Cefazolin durante la gravidanza

Il prezzo di Cefazolin: 50-350 rubli.

contenuto:

Istruzioni per l'uso

È noto che l'assunzione di medicinali durante il periodo di trasporto di un bambino non è consentita. Naturalmente, gli antibiotici possono causare danni considerevoli a un bambino in fase di sviluppo, quindi le donne in gravidanza stanno cercando di eliminare completamente anche la possibilità stessa di un trattamento antibiotico. Sfortunatamente, a volte ci sono situazioni in cui è impossibile fare senza un intervento serio. Questo può essere un aggravamento dei problemi cronici esistenti che divampano sotto l'influenza della gravidanza. Sì, e le nuove malattie colpiscono spesso le donne nel periodo di attesa del bambino. Gli antibiotici saranno utili in questa situazione, influenzando delicatamente il corpo della madre e quindi non causano alcun danno al feto. Tra questi farmaci - Cefazolin. Gli specialisti si rivolgono a lui quando prescrive il trattamento per le donne nella posizione.

Caratteristiche del farmaco

Cefazolin appartiene agli antibiotici semisintetici del gruppo delle cefalosporine. Questa è una generazione di farmaci. Le principali forme di rilascio - compresse, soluzione. È l'ultima forma che è raccomandata per le donne incinte, è più facile prendere la medicina in soluzione, questo non provoca un riflesso del vomito. Sebbene ciascun organismo sia individuale, e se assumere una pillola è più semplice di una soluzione, ogni paziente può informare il medico curante e ricevere un appuntamento in questo modulo. Secondo i professionisti, Cefazolin è il "gold standard" dei farmaci del suo gruppo. Questo punto di vista è apparso a causa dell'alta biodisponibilità del prodotto. La rimozione dal corpo avviene in breve tempo, così le conseguenze indesiderate della sua ricezione sono ridotte al minimo. Tuttavia, non è possibile prendere Cefazolin da soli, un medico lo prescriverà se ci sono indicazioni veramente gravi per questo. La sicurezza del farmaco per il feto è confermata dai test sugli animali e il corpo umano può comportarsi in modo leggermente diverso. Secondo la classificazione della FDA, questo strumento appartiene al gruppo B.

Quando e in quali dosi è possibile utilizzare Cefazolina durante la gravidanza?

Nel primo trimestre, si stanno formando i fondamenti dei più importanti sistemi del futuro organismo, quindi in questo momento è altamente indesiderabile prendere qualsiasi farmaco. Dopotutto, possono danneggiare gravemente il feto. Il ricevimento di antibiotici è spostato al II trimestre. Se la terapia deve essere effettuata con urgenza, lo specialista può prescrivere antibiotici appropriati, in questa situazione deve monitorare costantemente le condizioni della donna incinta e del feto.

Il dosaggio per le donne che aspettano il bambino è lo stesso di sempre. Se la mamma dal desiderio di proteggere il bambino riduce in modo indipendente la dose, il trattamento non aiuterà, la microflora patogena non ne risentirà e gli antibiotici saranno sprecati. E poi dovrai prescrivere un farmaco simile da un altro gruppo e un'azione più seria. Infatti, dopo un trattamento non riuscito nei patogeni sviluppa resistenza allo strumento utilizzato. La dose standard - 500 mg - 1 g Il dosaggio specifico è determinato dal medico, tenendo conto di tutte le circostanze relative.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Gli antibiotici sono presi nel caso di una lesione infettiva di eziologia batterica o nel caso dello sviluppo di una complicazione infettiva. In altri casi, il farmaco di questo gruppo non farà nulla, può solo indebolire il corpo. In quali casi non puoi bere antibiotici?

  1. Influenza e SARS.
  2. Alta temperatura causata da ragioni inspiegabili.
  3. Processi infiammatori
  4. Reazione allergica del corpo, manifestata in tosse.

Se in precedenza era stata rilevata l'ipersensibilità alle cefalosporine o agli antibiotici beta-lattamici, non è necessario assumere Cefazolin.

Effetti collaterali

  • da parte del sistema nervoso - convulsioni;
  • nel sistema urogenitale, la funzionalità renale è compromessa;
  • trombocitopenia, leucopenia, neutropenia possono essere osservati negli organi che formano il sangue;
  • se il trattamento viene effettuato per un lungo periodo, si sviluppa una disbatteriosi;
  • negli organi dell'apparato digerente - dolore, nausea e vomito possibili, enterocolite, sviluppo di anoressia, ittero colestatico è raramente possibile.

Indipendentemente da come sarebbe innocuo il farmaco, è impossibile impegnarsi nell'auto-trattamento, specialmente durante la gravidanza. Solo uno specialista può valutare obiettivamente la situazione e prescrivere una terapia adeguata.

Iniezioni di Cefazolin durante la gravidanza

Il periodo di gestazione è accompagnato da significativi cambiamenti nel funzionamento dei sistemi immunitario ed endocrino del corpo femminile. In risposta alla gestazione, lo stato ormonale cambia, le forze protettive si riducono, la produzione di alcuni anticorpi viene inibita. A causa di questi cambiamenti, il corpo della futura madre diventa più suscettibile a varie infezioni.

Molte malattie infettive richiedono l'uso di farmaci antibatterici, senza i quali il corpo non può far fronte alla riproduzione di agenti patogeni. Cefazolin in gravidanza è usato per il trattamento di patologie causate da microbi.

Il farmaco ha una tossicità relativamente bassa, quindi secondo la testimonianza può essere usato nel trattamento delle infezioni nelle future mamme.

Composizione e forma di rilascio

Cefazolin appartiene agli antibiotici delle cefalosporine di prima generazione. Questo farmaco ha un effetto battericida, cioè è in grado di distruggere i microrganismi e non solo di impedire la loro riproduzione. Cefazolin è una droga semi-sintetica.

Il meccanismo d'azione del farmaco si basa sul fatto che si lega alle proteine ​​sulla membrana esterna della membrana del batterio, che porta al rilascio di enzimi che "digeriscono" il microorganismo. Cefazolin è un farmaco ad ampio spettro, è efficace contro molti ceppi di stafilococco, bacilli intestinali e difterici, spirochete, leptospira, salmonella, klebsiella, pneumococco. L'uso del farmaco non influisce su molti tipi di enterococchi, rickettsia, Proteus, stafilococchi resistenti alla penicillina.

Il farmaco può essere somministrato solo per via parenterale - per via endovenosa e intramuscolare, quindi ha una forma di rilascio - polvere per iniezione. Cefazolina è altamente solubile in acqua, cloruro di sodio, glucosio. Dopo l'uso del farmaco, la sua massima concentrazione nel sangue avviene in 40-60 minuti, completamente eliminati dall'organismo dopo 24 ore.

Cefazolina entra in tutti gli organi umani: l'orecchio medio, cuore, polmoni, ossa, fegato, ecc. Tuttavia, non passa bene attraverso la barriera emato-encefalica, quindi la concentrazione del farmaco nel cervello è minima. Il farmaco penetra attraverso la placenta, quindi entra nel corpo del feto e del liquido amniotico, dove può avere un effetto dannoso. Cefazolin è escreto nelle urine, questo è facilitato dal suo passaggio attraverso i tubuli renali.

Cefazolin per le donne incinte può essere prescritto per le seguenti malattie:

  • la sifilide;
  • infiammazione dell'orecchio medio;
  • infiammazione dei polmoni;
  • malattie acute del tratto respiratorio superiore;
  • foruncolo, carbonchio;
  • endocardite eziologia microbica;
  • artrite eziologia microbica;
  • peritonite purulenta;
  • osteomielite;
  • infezioni urinarie;
  • sepsi;
  • infiammazione del seno;
  • gonorrea.

Istruzioni per l'uso

L'uso di Cefazolina nel primo trimestre di gravidanza è severamente sconsigliato. In questo momento, i rudimenti di tutti gli organi del feto si stanno formando e l'uso di qualsiasi farmaco può causare malattie congenite.

Negli studi sui topi, è stato riscontrato che il farmaco non ha teratogenicità (la capacità di causare malformazioni congenite, deformità) ed embriotossico (la capacità di causare disordini strutturali e funzionali congeniti) dell'azione. Tuttavia, questo esperimento non è stato condotto sugli esseri umani, quindi non ci sono informazioni precise su come Cefazolin colpisce il feto.

Cefazolin appartiene al gruppo di farmaci "B" durante la gravidanza, può essere somministrato solo con indicazioni assolute, quando non ci sono altri metodi di trattamento. L'uso del farmaco nel secondo e nel terzo trimestre è relativamente sicuro, momento in cui sono state formate le principali unità morfologiche del feto. La nomina di Cefazolin a donne in gravidanza è possibile solo da un medico, è severamente vietato usare il farmaco da soli.

Prima dell'uso intramuscolare, 0,5 grammi del farmaco vengono diluiti in 2 millilitri di acqua per iniezione, 1 grammo in 4 millilitri. Per ottenere una soluzione per la somministrazione endovenosa in bolo (monofase), aggiungere altri 4 millilitri di acqua per l'iniezione al fluido risultante. Iniezioni intramuscolari Cefazolina prodotta nel gluteo.

Per ottenere una soluzione per la flebo del farmaco utilizzando 100-200 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico. La dose giornaliera media di Cefazolina è 1-3 grammi, il massimo - 12 grammi. Il corso del trattamento farmacologico dovrebbe essere di 7-14 giorni. Il farmaco viene utilizzato 2-4 volte al giorno, il dosaggio esatto viene scelto dal medico e dipende dalle indicazioni e dalle condizioni del paziente.

In caso di malattie infettive delle vie respiratorie e del sistema urogenitale di gravità da lieve a moderata, i medici prescrivono una somministrazione doppia del farmaco a 0,5 grammi. In caso di corso complicato, si raccomanda l'uso di Cefazolina in una dose giornaliera di 3-6 grammi per 3-4 dosi. Per il trattamento di endocardite, peritonite diffusa, sepsi, quattro volte l'uso del farmaco è prescritto per 3 grammi.

Il trattamento con Cefazolina per meno di 5 giorni e più di 15 giorni è severamente vietato, poiché ciò porta alla formazione di microflora stabile. Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio e fresco, lontano dai bambini. La durata di conservazione del farmaco è di 3 anni dalla data di rilascio.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Il trattamento farmacologico non ha praticamente controindicazioni, tranne che per la presenza di reazioni allergiche ad esso. Cefazolin deve essere usato con estrema cautela nei pazienti con insufficienza cardiaca e renale cronica. Quando si usa il farmaco durante l'allattamento, l'allattamento al seno deve essere abbandonato, perché il farmaco è in grado di penetrare nel latte.

Le reazioni avverse con la terapia con Cefazolin sono piuttosto rare. Il principale di essi include:

  • disturbi digestivi (diarrea, vomito, nausea, bruciore di stomaco, stitichezza, colite);
  • reazioni allergiche (orticaria, angioedema, shock anafilattico);
  • cambiamenti di sangue (leucopenia, anemia);
  • diminuzione della funzionalità renale;
  • dolore al sito di iniezione;
  • disturbi del sistema nervoso (capogiri, perdita di concentrazione, convulsioni).

Cefazolin Analogs

Cefazolin ha molti nomi commerciali: Kefzol, Natsef, Antsef, Cezolin, ecc. Questi farmaci hanno la stessa sostanza attiva, indicazioni e controindicazioni. Tutti loro sono severamente vietati per l'uso nell'auto-trattamento.

Altri rappresentanti delle cefalosporine di prima generazione sono Cefalexin (Keflex, Palitrex) e Cefadroxil (Duracef, Biodroxil). La loro principale differenza da Cefazolin è che questi agenti sono applicati per via orale - sotto forma di compresse. Lo spettro e il meccanismo di azione, indicazioni, controindicazioni di questi farmaci sono molto simili. Cefalexina e Cefadroxil devono essere prescritti da un medico.

È possibile pungere "Cefazolin" incinta

Ci sono un certo numero di malattie pericolose che il genere umano considera mortale prima della scoperta (o dell'invenzione) degli antibiotici e che non sono ancora stati appresi per curare con altri mezzi. In altre parole, ci sono momenti in cui gli antibiotici sono indispensabili. Come essere? In tali casi, i medici, con l'osservanza di tutte le precauzioni, possono prescrivere un particolare antibiotico a una donna incinta, scegliendo quello che è minimamente pericoloso per il futuro bambino. Uno di questi farmaci è Cefazolin.

Spettro d'azione

Prima di parlare dello spettro d'azione di Cefazolin, alcune parole sulla classificazione degli antibiotici. Questi farmaci differiscono in tre criteri principali: il meccanismo, lo spettro d'azione e le generazioni. Secondo il meccanismo d'azione degli antibiotici sono battericidi e batteriostatici. Il primo distrugge completamente i batteri e, di conseguenza, agisce più rapidamente, mentre il secondo sopprime solo la riproduzione di microbi dannosi, mentre l'organismo stesso "finisce" producendo anticorpi.

Di norma, tali farmaci sono prescritti quando la natura della malattia non è completamente compresa.

Guidato dalla classificazione di cui sopra, va detto che Cefazolin è un antibiotico semisintetico con un ampio spettro di effetti della prima generazione con un effetto battericida. L'unica forma di dosaggio di questo farmaco è l'iniezione (intramuscolare o endovenosa), cioè il farmaco deve essere assunto, bypassando il tratto gastrointestinale.

"Cefazolin" a livello cellulare distrugge un certo numero di batteri gram-positivi e gram-negativi, in particolare:

  • Staphylococcus aureus, incluso Staphylococcus aureus, che causa gravi infezioni della pelle, malattia di Ritter, follicolite, foruncoli, osteomielite, artrite, endocardite, polmonite, tromboflebite e ascessi e infezioni dei tessuti profondi;
  • Streptococchi, compreso lo pneumococco, che spesso causano polmonite o otite, specialmente dopo un'infezione virale;
  • Bacilli di antrace, agenti patogeni dell'antrace;
  • agenti causali della difterite (Corynebacterium diphtheriae);
  • meningococchi, l'agente eziologico dell'infezione più pericolosa con un nome appropriato, che può interessare il cervello;
  • gonococco che causa gonorrea;
  • batteri Grigoriev-Shiggy, l'agente eziologico della dissenteria batterica;
  • salmonella, causando grave avvelenamento e persino enterocolite;
  • E. coli;
  • Klebsiella che può colpire i polmoni, l'intestino, gli occhi, le vie respiratorie, il sistema urinario, ecc.;
  • treponema causando sifilide e altre malattie infettive;
  • leptospira che causa la malattia più pericolosa - leptospirosi;
  • bastoncini emofilici che causano meningite, polmonite, artrite purulenta e molte altre malattie più o meno pericolose, tra cui l'otite, la sinusite, ecc.;
  • alcuni ceppi di enterobacter e di engerococco.
Contro alcuni microbi, ad esempio, Pseudomonas aeruginosa, alcuni ceppi di proteo e dentatura, bastoncini di Koch, batteri anaerobici (organismi che ricevono energia senza ossigeno), clamidia, trichomonads, funghi e Staphylococcus meticillino-resistente, Cefazolin sono impotenti.

Dopo l'iniezione, il principio attivo penetra nel sangue, così come negli organi interni di una persona, compresa la placenta e il latte materno, raggiungendo dopo 60 minuti la concentrazione massima principalmente nella bile e nelle articolazioni.

Impatto sulla gravidanza

Quindi, "Cefazolin" è in grado di penetrare la placenta e, quindi, influenzare il feto. In tali circostanze, sorge una ragionevole domanda se sia possibile assumere questo farmaco durante la gravidanza e se tali iniezioni possano danneggiare il bambino. In questa occasione, prima di tutto, va notato che la scienza moderna non conferma direttamente l'opinione che i farmaci con azione antibatterica assunta da una donna durante la gravidanza possono portare alla nascita di un bambino con determinati difetti o profonde anomalie.

Ad esempio, il mal di gola batterico, gravi malattie del tratto urinario e altre infezioni pericolose causate da microbi dannosi non possono essere curati senza l'uso di antibiotici, quindi la gravidanza non è un motivo per rifiutare tale trattamento.

Inoltre, come già menzionato, si dovrebbe prestare particolare attenzione quando si prende Cefazolina nelle prime fasi della gravidanza, poiché durante questo periodo può influenzare negativamente il feto.

In questo caso, l'eccezione è rappresentata dalle prime due settimane di gravidanza, quando il contatto diretto tra l'embrione e il sangue materno non esiste ancora, quindi se tu, non sapendo di essere incinta, sei stato trattato con tali farmaci, non farti prendere dal panico. Al 2 ° trimestre, le principali funzioni vitali del futuro bambino sono già state posate, ci si può rilassare un po ', in questa fase i farmaci antibatterici non sono così pericolosi per il bambino (a differenza delle gravi infezioni che mirano a trattare).

Anche l'appuntamento con "Cefazolin" nel 3 ° trimestre è ammissibile, sebbene indesiderato. Tuttavia, si ritiene che in questa fase della gravidanza il feto sia protetto molto meglio e possa, senza pregiudizio, subire gli effetti di un farmaco antibatterico, e solo sotto la stretta supervisione di un medico.

Dosaggio consentito

Il dosaggio del farmaco prescritto alle donne in gravidanza non è diverso dal dosaggio per le persone "normali". E non può essere diversamente, questa è la peculiarità di assumere agenti antibatterici.

Il solito dosaggio di "Cefazolina" - da 1/4 a 1 g al giorno. La dose massima giornaliera è di 6 g, ma nei casi più gravi è raddoppiata. Le iniezioni vengono prescritte 3-4 volte al giorno, la durata del trattamento va da una settimana a dieci giorni.

Tuttavia, le condizioni di trattamento specifiche, la sua durata, la frequenza delle iniezioni e le dosi sono determinate dal medico in base alla specifica malattia, alla sua gravità, alle condizioni del paziente e alla durata della gravidanza.

Possibile "lateralmente"

Il farmaco può causare una reazione allergica di qualsiasi manifestazione - da arrossamento ed eruzione cutanea di varia intensità alla comparsa di vesciche sulla mucosa della bocca, difficoltà di respirazione, crampi e angioedema. Il dolore articolare dopo l'iniezione può anche essere una forma di allergia.

Inoltre, Cefazolin può causare insufficienza renale (di solito questo effetto si verifica in persone che hanno già problemi ai reni). Tra gli effetti collaterali che a volte si verificano, nausea e vomito, disturbi gastrici, tra cui scarico sanguinante e mucoso, dolore addominale, mancanza di appetito e disturbi della funzionalità epatica, tra cui epatite e ittero, sono talvolta osservati (quest'ultimo, tuttavia, si verificano molto raramente, soprattutto quando il primo segni di "effetti collaterali").

Quando viene somministrato per via endovenosa, a volte vi è un'infiammazione della parete venosa (flebite), con sensazioni dolorose per via intramuscolare nel sito di iniezione.

L'impatto negativo di "Cefazolina" sul sistema nervoso nei casi gravi può causare convulsioni. I pazienti infetti da microbi resistenti ai farmaci antibatterici sono anche a rischio di affrontare la cosiddetta superinfezione e una malattia fungina molto spiacevole, la candidosi (compresa la stomatite).

Infine, il trattamento farmacologico a lungo termine, che è un antibiotico ad ampio spettro, causa inevitabilmente disbatteriosi.

Controindicazioni categoriali

Come principale controindicazione all'uso di droghe, i produttori chiamano solo intolleranza individuale (ipersensibilità al principio attivo). Il farmaco deve essere assunto con cautela per le persone che soffrono di malattie renali e intestinali.

Infine, tenendo conto che, per trattare l'influenza con antibiotici nel nostro paese, purtroppo, è ancora considerata una pratica normale, ricordiamo ancora una volta: né Cefazolin né altri farmaci antibatterici possono uccidere virus, quindi, possiamo solo parlare della loro prescrizione. quando la natura batterica dell'infezione è stabilita inequivocabilmente.

Non perdere la vigilanza: se il medico ti prescrive "Cefazolina" per il trattamento della SARS o di altre infezioni virali - scappa da un esperto in cui i tuoi occhi sono!

Gli inglesi saggi dicono: scegliendo tra due mali, si sceglie ancora il male. "Cefazolina" durante la gravidanza può essere prescritta se la condizione dolorosa della madre richiede un trattamento immediato e può essere efficacemente aiutata solo con l'aiuto di antibiotici. Tuttavia, è molto meglio che le future madri non abbiano tali situazioni, e quindi, in previsione della nascita di un bambino, dovresti cercare di adattare il tuo stile di vita in modo che il rischio di infezione con una grave infezione batterica sia ridotto al minimo, quindi non sarà necessario un trattamento antibiotico.

Ma se la malattia si è ancora manifestata, non fare una diagnosi per se stessi e non prescrivere farmaci da soli, consultare un medico, quindi il trattamento è probabile che passi senza effetti collaterali e altre spiacevoli conseguenze.

BabyMother

La consultazione su questioni di gravidanza e parto, così come la verifica dei testi prima della pubblicazione è gestita da un ostetrico della categoria di qualifica I, Yashkina Irina Vasilievna. Esperienza lavorativa nella specialità - 3 anni.

Dal 2011 al 2014 Ha padroneggiato il programma educativo di istruzione professionale secondaria e superato con successo la certificazione di stato finale nella specialità di ostetricia.

Nel 2015, ha subito una formazione avanzata nell'ambito del programma "Aspetti moderni dell'assistenza ostetrica nelle strutture ostetriche".

Attualmente è un'ostetrica del Penza City Maternity Hospital (GBUZ) e una studentessa del 3 ° anno all'Istituto medico dell'Università statale di Penza.

Se sei interessato a sapere se è possibile usare il farmaco Cefazolin in gravidanza, prima devi conoscerlo in modo più dettagliato.

Cefazolin medicina e il suo uso

Questo medicinale appartiene alla prima generazione di antibiotici semi-sintetici e ha una gamma abbastanza ampia di effetti. I farmaci naturali (penicillina) e antibatterici sintetici (sulfamidici, nitrofurani) sono simili a questo. Cefazolin è usato nella composizione del sale di sodio sotto forma di iniezioni intramuscolari e endovenose. È una polvere giallo-bianca o bianca con un sapore amaro-salato, che si scioglie bene non solo in acqua, ma anche in etanolo e metanolo. Venduto confezionato in flaconi da 0,5, 1 e 2 grammi I reni sono derivati ​​dal suo corpo.

Il massimo livello di concentrazione dopo l'iniezione nel muscolo viene raggiunto in un'ora. Il farmaco penetra non solo nel sangue, ma anche nel cuore, nelle pareti vascolari, nei reni, nell'intestino, nella placenta, nel latte materno, nel tratto respiratorio e nella pelle. La massima concentrazione nella bile e nel liquido sinoviale delle articolazioni. L'85% del principio attivo è legato alle proteine ​​che si trovano nel sangue.

Cefazolin inibisce la sintesi di pareti batteriche che non formano spore. Ciò significa che il farmaco è completamente inefficace nella lotta contro funghi e batteri che vivono negli insetti. Se prendi questo farmaco dentro, non viene assorbito dal corpo.

Indicazioni, controindicazioni, restrizioni

  • malattie infettive delle vie respiratorie;
  • infiammazione del rivestimento del cuore;
  • infezioni del tratto biliare e del tratto urinario;
  • malattie infettive di ossa e articolazioni;
  • infiammazioni nella cavità addominale e organi pelvici;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • avvelenamento del sangue;
  • infezioni della pelle;
  • peritonite e sepsi;
  • mastiti;
  • infezioni della pelle dopo ustioni, ferite, operazioni.

Cefazolin è controindicato in caso di ipersensibilità alle cefalosporine e fino a un mese di età. Attenzione deve essere esercitata allo stesso modo in caso di insufficienza renale e alcune malattie intestinali.

Durante il trattamento, ci sono effetti collaterali sotto forma di:

  • allergie (brividi, rash, prurito, broncospasmo, angioedema, shock anafilattico);
  • convulsioni;
  • dolore addominale, nausea, passaggio a vomito, diarrea, anoressia, ittero;
  • disturbi dei reni con una dose eccessivamente alta;
  • anemia, trombocitosi;
  • stomatite candidale (infiammazione della mucosa orale e della lingua), disbiosi;
  • falsa elevazione dello zucchero nelle urine;
  • ridurre il livello dei globuli bianchi e dei globuli rossi a causa della distruzione accelerata;
  • aumento del conteggio delle piastrine;
  • infiammazione delle vene dopo iniezione endovenosa;
  • infiammazione causata dal fungo Candida;
  • disturbi dell'equilibrio acido-base.

Indicazioni, controindicazioni, restrizioni

Non prenda diuretici contemporaneamente a Cefazolin. Bloccano la secrezione di questo farmaco. Cefazolin è completamente incompatibile con antibiotici aminoglicosidici e bevande alcoliche.

La durata del trattamento e il dosaggio sono determinati individualmente, in base al tipo e alla gravità dell'infezione e alla sensibilità del paziente. La dose giornaliera per un adulto varia nel range di 1-6 g, che vengono inseriti per 2 o 3 volte. Il corso del trattamento dura raramente più di 7-10 giorni.

Cefazolina può essere somministrata sia per via intramuscolare che endovenosa. Per l'iniezione intramuscolare, la polvere viene diluita con acqua o soluzione di cloruro di sodio. Per l'iniezione endovenosa di getto, viene anche usato il cloruro di sodio, ma il farmaco viene iniettato molto lentamente, circa 5 minuti.

Se il medico decide di inserire una flebo, il glucosio viene utilizzato per preparare la soluzione, meno spesso - lo stesso cloruro di sodio.

Per il trattamento dell'infiammazione della membrana del cuore, delle ossa, delle articolazioni, della cavità addominale, della pleurite purulenta, dell'intossicazione del sangue, 1 g del farmaco viene somministrato 3 volte al giorno. In caso di funzionalità renale compromessa, la dose è ridotta della metà. Cefazolina non si combina mai con un altro antibiotico nella stessa siringa.

Se si verifica una reazione allergica, il trattamento viene interrotto, vengono prescritti farmaci che riducono la sensibilità all'antibiotico, la sua dose è ridotta.

Non prenda Cefazolina allo stesso tempo con farmaci che riducono il sangue ed espellono l'acqua. L'effetto del trattamento è migliorato se un antibiotico antiparassitario è prescritto in parallelo. Se la dose è eccessivamente eccessiva, il paziente ha un'emicrania e si verificano problemi di orientamento.

Cefazolin durante la gravidanza

Se ti è stato prescritto questo farmaco durante la gravidanza, dovresti essere consapevole che appartiene a un gruppo di farmaci ad ampio spettro che vengono prescritti, se la fonte della malattia non è stata accuratamente identificata.

Cefazolin, la cui istruzione è offerta solo come informazione di prova per i pazienti, non ha praticamente alcun effetto negativo sul feto e sulla salute della futura madre. Ma solo sotto la condizione che il trattamento di malattie batteriche durante la gravidanza sia effettuato sotto la stretta supervisione del medico generico essente presente. L'autotrattamento è semplicemente inaccettabile, poiché la ragazza è responsabile della salute del nascituro.

È necessario tener conto del fatto indiscutibile che gli antibiotici non aiutano con l'influenza, infezioni virali respiratorie acute, febbre alta, tosse. Pertanto, il trattamento del raffreddore durante la gravidanza deve essere effettuato da altri farmaci.

Quando un medico è sicuro che la base di una malattia è un'infezione batterica, è necessario innanzitutto determinare il tipo di agente patogeno e la sua sensibilità a determinati farmaci. Pertanto, il trattamento delle malattie batteriche inizia con l'esame e la consegna di tutti i test necessari a una donna incinta.

Recensioni di Cefazolin prevalentemente positive. Tutti sostengono che il farmaco è buono se non c'è ipersensibilità ad esso. Come un grosso inconveniente, tutti notano la dolorosa iniezione, dalla quale anche la novocaina non elimina come solvente. Se questo medicinale viene utilizzato per i bambini, le mamme sono avvisate in parallelo di somministrare al bambino Linex per evitare disturbi intestinali. Molti osservano anche che Cefazolin è inefficace quando riutilizzato.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Il prezzo di Cefazolin: 50-350 rubli.

contenuto:

È noto che l'assunzione di medicinali durante il periodo di trasporto di un bambino non è consentita. Naturalmente, gli antibiotici possono causare danni considerevoli a un bambino in fase di sviluppo, quindi le donne in gravidanza stanno cercando di eliminare completamente anche la possibilità stessa di un trattamento antibiotico. Sfortunatamente, a volte ci sono situazioni in cui è impossibile fare senza un intervento serio. Questo può essere un aggravamento dei problemi cronici esistenti che divampano sotto l'influenza della gravidanza. Sì, e le nuove malattie colpiscono spesso le donne nel periodo di attesa del bambino. Gli antibiotici saranno utili in questa situazione, influenzando delicatamente il corpo della madre e quindi non causano alcun danno al feto. Tra questi farmaci - Cefazolin. Gli specialisti si rivolgono a lui quando prescrive il trattamento per le donne nella posizione.

Cefazolin appartiene agli antibiotici semisintetici del gruppo delle cefalosporine. Questa è una generazione di farmaci. Le principali forme di rilascio - compresse, soluzione. È l'ultima forma che è raccomandata per le donne incinte, è più facile prendere la medicina in soluzione, questo non provoca un riflesso del vomito. Sebbene ciascun organismo sia individuale, e se assumere una pillola è più semplice di una soluzione, ogni paziente può informare il medico curante e ricevere un appuntamento in questo modulo. Secondo i professionisti, Cefazolin è il "gold standard" dei farmaci del suo gruppo. Questo punto di vista è apparso a causa dell'alta biodisponibilità del prodotto. La rimozione dal corpo avviene in breve tempo, così le conseguenze indesiderate della sua ricezione sono ridotte al minimo. Tuttavia, non è possibile prendere Cefazolin da soli, un medico lo prescriverà se ci sono indicazioni veramente gravi per questo. La sicurezza del farmaco per il feto è confermata dai test sugli animali e il corpo umano può comportarsi in modo leggermente diverso. Secondo la classificazione della FDA, questo strumento appartiene al gruppo B.

Nel primo trimestre, si stanno formando i fondamenti dei più importanti sistemi del futuro organismo, quindi in questo momento è altamente indesiderabile prendere qualsiasi farmaco. Dopotutto, possono danneggiare gravemente il feto. Il ricevimento di antibiotici è spostato al II trimestre. Se la terapia deve essere effettuata con urgenza, lo specialista può prescrivere antibiotici appropriati, in questa situazione deve monitorare costantemente le condizioni della donna incinta e del feto.

Il dosaggio per le donne che aspettano il bambino è lo stesso di sempre. Se la mamma dal desiderio di proteggere il bambino riduce in modo indipendente la dose, il trattamento non aiuterà, la microflora patogena non ne risentirà e gli antibiotici saranno sprecati. E poi dovrai prescrivere un farmaco simile da un altro gruppo e un'azione più seria. Infatti, dopo un trattamento non riuscito nei patogeni sviluppa resistenza allo strumento utilizzato. La dose standard - 500 mg - 1 g Il dosaggio specifico è determinato dal medico, tenendo conto di tutte le circostanze relative.

Gli antibiotici sono presi nel caso di una lesione infettiva di eziologia batterica o nel caso dello sviluppo di una complicazione infettiva. In altri casi, il farmaco di questo gruppo non farà nulla, può solo indebolire il corpo. In quali casi non puoi bere antibiotici?

  1. Influenza e SARS.
  2. Alta temperatura causata da ragioni inspiegabili.
  3. Processi infiammatori
  4. Reazione allergica del corpo, manifestata in tosse.

Se in precedenza era stata rilevata l'ipersensibilità alle cefalosporine o agli antibiotici beta-lattamici, non è necessario assumere Cefazolin.

Indipendentemente da come sarebbe innocuo il farmaco, è impossibile impegnarsi nell'auto-trattamento, specialmente durante la gravidanza. Solo uno specialista può valutare obiettivamente la situazione e prescrivere una terapia adeguata.

In quali casi è stato prescritto "Cefazolin" durante la gravidanza: 10 indicazioni

Un antibiotico ad ampio spettro, Cefazolin, è prescritto durante la gravidanza dopo una consultazione obbligatoria con un medico. I risultati discutibili della medicina tradizionale e dell'autoterapia non dovrebbero aver luogo. Innanzitutto, è necessario determinare la causa della malattia e la natura dell'agente patogeno. Sulla base delle informazioni raccolte, l'ostetrico-ginecologo prenderà la decisione appropriata. Il compito del medico è quello di valutare i pro ei contro, perché un passo imprudente nuocerà alla salute della madre e del bambino.

Uso del farmaco "Cefazolin" durante la gravidanza

L'antibiotico sintetico di prima generazione ha un ampio spettro d'azione. Il suo scopo è mostrato nel caso in cui è impossibile determinare rapidamente la causa del deterioramento della salute.

In caso di allergia o intolleranza individuale, è consentito l'uso di analoghi. Questi includono "Penicillina" e la classe dei sulfonamidi.

Come accennato in precedenza, l'idoneità dell'appuntamento di ciascun medicinale è determinata dal medico.

A causa del contenuto nella preparazione dei sali di sodio, il suo uso è giustificato per il trattamento delle seguenti condizioni:

  • Malattie respiratorie;
  • Il processo infiammatorio nell'area della membrana cardiaca;
  • Infezione del sangue;
  • Malattie della pelle provocate da un agente patogeno infettivo;
  • sepsi;
  • peritonite;
  • Processi infettivi sullo sfondo della chirurgia o della bruciatura;
  • Malattie veneree;
  • Il processo infiammatorio nella zona pelvica;
  • Processo infiammatorio infettivo di ossa e articolazioni.

L'uso di antibiotici ad ampio spettro durante la gravidanza è dovuto a indicazioni cliniche pronunciate. L'ultima parola rimane sempre per il dottore. Il suo compito è determinare in che modo l'infezione risultante minaccia la salute della madre e del bambino.

Controindicazioni del farmaco Cefazolin: iniezioni durante la gravidanza

L'efficacia del farmaco è determinata sulla base del rapporto tra i benefici previsti e il danno potenziale. Se le scale sono superate in direzione negativa, è necessario scegliere altri antibiotici. Non l'ultimo ruolo nella decisione di abbandonare l'uso del farmaco "Cefazolin" gioca controindicazioni. Le reazioni allergiche in qualsiasi forma e convulsione prendono il primo posto in questa lista.

Non importa quanto tempo fa c'erano tali disturbi. Se c'è una menzione di questo nella cartella clinica, non è permesso prescrivere il farmaco.

Altre controindicazioni sono le seguenti:

  • anoressia;
  • ittero;
  • l'anemia;
  • Livelli elevati di zucchero marcati nelle urine;
  • Cambiamenti patologici nei reni;
  • Violazione dell'equilibrio acido-base;
  • dysbacteriosis;
  • Stomatite in qualsiasi forma;
  • Una forte diminuzione del livello dei leucociti;
  • Ci sono processi infiammatori dopo l'iniezione endovenosa;
  • Aumento significativo della conta piastrinica;
  • Processi infiammatori fungini;
  • Dolore al basso ventre;
  • Attacchi di vomito e nausea.

L'elenco delle controindicazioni suggerisce la necessità di un sondaggio preliminare. Il suo obiettivo: determinare la fattibilità del farmaco. In caso di dubbi anche minimi, il medico deve scegliere un altro farmaco.

Iniezione del farmaco "Cefazolin" durante la gravidanza: 2 trimestre

Le sostanze contenute nel farmaco inibiscono la crescita e la riproduzione di batteri che non formano spore di batteri. Ciò significa che il suo uso per il trattamento delle infezioni fungine non ha senso.

Un'altra caratteristica si manifesta a seconda della durata della gravidanza. Durante il secondo trimestre, il medico può applicare varie iniezioni che non hanno controindicazioni.

Se la fonte del problema non è identificata, viene assegnato Cefazolin.

Le caratteristiche della sua applicazione in questa fase sono le seguenti:

  • La durata massima di un corso terapeutico non supera i 5 giorni;
  • Non aiuta con la febbre e la tosse;
  • Non ha senso usare per il trattamento di qualsiasi forma di SARS.

Non appena è iniziato il secondo trimestre, il medico inizia a utilizzare un ampio spettro di farmaci con la precisione del gioielliere. Solo avendo nelle mani i dati del sondaggio, l'appuntamento è permesso. La cosa principale è scegliere la medicina giusta. Agenti patogeni fungini, infettivi e batterici richiedono un approccio diverso.

Faccia le iniezioni della droga "Cefazolin" durante gravidanza: 3 trimestre

L'avvicinamento al parto limita significativamente l'arsenale di possibili mezzi. Anche un piccolo errore medico provoca conseguenze irreversibili. Se alla madre è stata diagnosticata la malattia in questo momento, il medico si concentra sulla gravità delle manifestazioni cliniche.

Con un leggero peggioramento della salute, si raccomanda di rifiutare l'iniezione. Non è necessario rischiare ancora una volta la salute della madre e del bambino.

Se è impossibile rifiutare, allora in questo caso il dosaggio e la durata del corso terapeutico sono selezionati individualmente. Come mostrano le recensioni, è possibile rimuovere il picco della malattia entro 4 giorni.

Le azioni del medico dipendono da una serie di fattori:

  • Non puoi usare il farmaco se la gravidanza è complicata da malattie croniche;
  • La presenza di prerequisiti per il taglio cesareo, dice un divieto simile;
  • Durata del corso non superiore a 3 giorni.

È possibile "Cefazolin" durante la gravidanza (video)

L'uso durante la gravidanza di una vasta gamma di farmaci è rigorosamente sotto la supervisione di un medico. Nel caso in cui non sia possibile determinare rapidamente la causa del deterioramento dello stato di salute, viene utilizzato Cefazolin. Il suo dosaggio e la durata del corso terapeutico dipendono dalla durata della gravidanza e dai risultati del sondaggio.

Cefazolin in gravidanza è l'antibiotico più sicuro

Le donne incinte hanno bisogno di antibiotici? Senza emergenza, le future mamme non dovrebbero assumere droghe. Ma ci sono situazioni in cui la malattia diventa più pericolosa delle droghe. Quindi gli antibiotici vengono in soccorso. Per le donne incinte, Cefazolin è uno dei farmaci più sicuri, anche se è in grado di penetrare la barriera placentare. Questo è l'antibiotico di prima generazione. Non ha uno spettro così ampio di azione, come i suoi fratelli più "giovani". Ma i pericoli da esso sono molto meno. I medici ritengono che dopo la dodicesima settimana il farmaco non sia pericoloso per la futura madre e il bambino. Ma questo non significa che puoi usarlo senza consultare uno specialista. Inoltre, l'elenco delle malattie per le quali Cefazolin è inutile è piuttosto lungo.

Antibiotici: buoni o cattivi?

La medicina moderna è difficile da immaginare senza antibiotici. Questi farmaci sono stati usati per molto tempo e con successo. Sono davvero in grado di far fronte alla maggior parte delle infezioni. Le eccezioni sono malattie causate da funghi o virus. Ad esempio, un ARVI comune (infezione virale respiratoria acuta) o micosi non ha senso trattare con antibiotici. Pertanto, prima di iniziare la terapia con Cefazolin, è necessario assicurarsi che gli agenti causali della malattia rispondano a questo medicinale.

Uno dei problemi con l'uso di antibiotici è che essi non fanno distinzioni tra microflora benefica e patogena. Pertanto, spesso la microflora intestinale soffre del loro uso, da cui dipende il sistema immunitario. Cefazolin è destinato alla somministrazione endovenosa o intramuscolare, cioè entra immediatamente nel flusso sanguigno, bypassando il tratto gastrointestinale. Ciò consente di ridurre il rischio di microflora intestinale.

La prossima minaccia è che i batteri hanno imparato ad adattarsi ai farmaci. Più gli antibiotici diventano forti, più pericolosi sono i patogeni e più potenti sono i medicinali. Gli scienziati stanno cercando di trovare una via d'uscita da questo circolo vizioso, ma finora senza successo.

È importante! Durante il parto, gli antibiotici sono raccomandati solo come ultima risorsa. Sebbene durante gli studi su animali non siano stati riscontrati effetti avversi di Cefazolina sul feto, le donne in gravidanza non devono essere sottoposte a iniezioni senza la prescrizione del medico.

Cos'è la cefazolina?

L'effetto di Cefazolina sui microbi patogeni è in qualche modo simile a quello della penicillina. Cioè, è anche un antibiotico che può distruggere le pareti cellulari e uccidere i batteri. Cefazolin appartiene alla prima generazione di cefalosporine. Resiste a microrganismi gram-positivi (stafilococco, streptococchi) e gram-negativi (E. coli, agenti causativi di meningite, gonorrea, salmonellosi). Ma alcuni agenti patogeni sono troppo difficili per lui, dal momento che più vecchia è la generazione di farmaci, più ristretto è il suo spettro d'azione.

Dopo la somministrazione, Cefazolin viene distribuita molto rapidamente ai tessuti e ai liquidi corporei. Cade in:

  • il sangue;
  • muscolo cardiaco;
  • pareti vascolari;
  • rene;
  • la pelle;
  • articolazioni;
  • organi respiratori.

Il principale pericolo di usare Cefazolin durante la gravidanza è che penetra nella barriera placentare. L'effetto del farmaco dura per 8-12 ore.

È importante! Se assunto per via orale, Cefazolin non viene assorbito dal corpo.

Quando le donne in gravidanza hanno prescritto cefazolina?

Il farmaco è un tipo raro di antibiotici che sono relativamente sicuri durante la gravidanza. Ma nel primo trimestre non dovrebbe essere usato se non assolutamente necessario. Per quanto possibile, i medici cercano di rinviare il trattamento al secondo trimestre, quando i principali organi e sistemi del bambino sono già formati e la barriera placentare è completamente matura.

Cefazolin è usato per trattare:

  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infiammazione del muscolo cardiaco;
  • malattie della bile e delle vie urinarie;
  • infezioni delle articolazioni e delle ossa;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • infiammazioni degli organi pelvici e della cavità addominale;
  • peritonite (infiammazione del peritoneo) e sepsi (infezione generale del corpo);
  • infezioni dopo l'intervento.

Si raccomanda di scoprire come un timo può danneggiare una donna incinta.

Se una donna incinta ha insufficienza renale o malattie gastrointestinali croniche, allora Cefazolin deve essere usato con grande cura e sotto costante monitoraggio delle condizioni della donna.

È importante! Gli antibiotici non aiutano con raffreddori, tosse, ARVI e influenza. Per il trattamento di queste malattie in donne in gravidanza, Cefazolin è completamente inutile.

Precauzioni ed effetti collaterali

Prima di usare Cefazolin, assicurarsi che la malattia sia causata da agenti patogeni sensibili al farmaco. Cioè, senza consultare un medico e il test non può fare. È anche necessario controllare la futura madre di allergie alle cefalosporine. Per fare questo, è sufficiente effettuare un normale test cutaneo.

La principale controindicazione all'uso di Cefazolin è l'ipersensibilità ad esso. Le istruzioni hanno anche rilevato che il farmaco non può essere punito con bambini di età inferiore a un mese.

Si consiglia di eseguire il trattamento in ospedale, in quanto uno degli effetti collaterali del farmaco è l'allergia, e anche lo shock anafilattico può svilupparsi. Tra gli altri effetti collaterali:

  • convulsioni;
  • dolore addominale, nausea, vomito, diarrea, ittero ostruttivo;
  • con una dose molto grande può essere una violazione dei reni;
  • anemia (diminuzione dell'emoglobina), trombocitosi (conta piastrinica elevata);
  • infiammazione della mucosa orale, disbatteriosi;
  • distruzione accelerata di globuli bianchi e globuli rossi;
  • violazione dell'equilibrio acido-base.

Inoltre, i pazienti spesso lamentano dolore e infiammazione delle vene nel sito di iniezione di Cefazolina.

È importante! Non è possibile combinare il farmaco con diuretici, aminoglicosidi (un gruppo di antibiotici) e alcol.

Caratteristiche della terapia

Il farmaco viene rilasciato sotto forma di una polvere bianco-giallastra, da cui viene preparata una soluzione per la somministrazione intramuscolare (nella natica) o endovenosa. La dose giornaliera e la durata del trattamento prescritto dal medico, a partire dalla gravità della malattia e dalle condizioni generali della donna incinta. Di solito, la dose varia da 1 a 6 g (massimo) e il corso dura non più di 7-10 giorni. Ma richiede un approccio individuale in ciascun caso. Dovrebbe prendere in considerazione le malattie croniche, specialmente nel tratto gastrointestinale e la patologia associata alla gravidanza.

Per la somministrazione intramuscolare, la polvere viene diluita con acqua, una soluzione di novocaina o sodio cloruro. Per le iniezioni di vena, solo il cloruro di sodio è usato come solvente. Se il farmaco viene iniettato nel getto venoso (iniezione), allora dovrebbe essere fatto molto lentamente (circa 5 minuti).

Informazioni interessanti: quali sono le caratteristiche dello yoga durante la gravidanza.

Tutto sul perché il dolore può apparire nel gluteo nelle donne in gravidanza.

Le future madri non hanno paura degli antibiotici. Questi farmaci attraversano la barriera placentare e possono causare danni al feto. Sfortunatamente, una malattia grave può causare non meno male. Pertanto, a volte senza farmaci pericolosi non si può fare. La fortunata eccezione alla regola è Cefazolin. È molto ben assorbito dal corpo ed è rapidamente escreto, il che riduce significativamente i possibili rischi dal suo utilizzo. Secondo la classificazione degli agenti farmacologici per la teratogenicità (effetto negativo sul feto), Cefazolina rientra nella categoria B - non vi è alcun impatto negativo, ma questo dato non è confermato da dati clinici attendibili. Nonostante le recensioni positive di medici e pazienti, il farmaco non può essere usato senza la prescrizione del medico.

"Cefazolin" durante la gravidanza: tutti i pro e contro

Antibiotici: buoni o cattivi?

La medicina moderna è difficile da immaginare senza antibiotici. Questi farmaci sono stati usati per molto tempo e con successo. Sono davvero in grado di far fronte alla maggior parte delle infezioni. Le eccezioni sono malattie causate da funghi o virus. Ad esempio, un ARVI comune (infezione virale respiratoria acuta) o micosi non ha senso trattare con antibiotici. Pertanto, prima di iniziare la terapia con Cefazolin, è necessario assicurarsi che gli agenti causali della malattia rispondano a questo medicinale.

Uno dei problemi con l'uso di antibiotici è che essi non fanno distinzioni tra microflora benefica e patogena. Pertanto, spesso la microflora intestinale soffre del loro uso, da cui dipende il sistema immunitario. Cefazolin è destinato alla somministrazione endovenosa o intramuscolare, cioè entra immediatamente nel flusso sanguigno, bypassando il tratto gastrointestinale. Ciò consente di ridurre il rischio di microflora intestinale.

La prossima minaccia è che i batteri hanno imparato ad adattarsi ai farmaci. Più gli antibiotici diventano forti, più pericolosi sono i patogeni e più potenti sono i medicinali. Gli scienziati stanno cercando di trovare una via d'uscita da questo circolo vizioso, ma finora senza successo.

È importante! Durante il parto, gli antibiotici sono raccomandati solo come ultima risorsa. Sebbene durante gli studi su animali non siano stati riscontrati effetti avversi di Cefazolina sul feto, le donne in gravidanza non devono essere sottoposte a iniezioni senza la prescrizione del medico.

Cos'è la cefazolina?

L'effetto di Cefazolina sui microbi patogeni è in qualche modo simile a quello della penicillina. Cioè, è anche un antibiotico che può distruggere le pareti cellulari e uccidere i batteri. Cefazolin appartiene alla prima generazione di cefalosporine. Resiste a microrganismi gram-positivi (stafilococco, streptococchi) e gram-negativi (E. coli, agenti causativi di meningite, gonorrea, salmonellosi). Ma alcuni agenti patogeni sono troppo difficili per lui, dal momento che più vecchia è la generazione di farmaci, più ristretto è il suo spettro d'azione.

Dopo la somministrazione, Cefazolin viene distribuita molto rapidamente ai tessuti e ai liquidi corporei. Cade in:

  • il sangue;
  • muscolo cardiaco;
  • pareti vascolari;
  • rene;
  • la pelle;
  • articolazioni;
  • organi respiratori.

Il principale pericolo di usare Cefazolin durante la gravidanza è che penetra nella barriera placentare. L'effetto del farmaco dura per 8-12 ore.

È importante! Se assunto per via orale, Cefazolin non viene assorbito dal corpo.

Quando le donne in gravidanza hanno prescritto cefazolina?

Il farmaco è un tipo raro di antibiotici che sono relativamente sicuri durante la gravidanza. Ma nel primo trimestre non dovrebbe essere usato se non assolutamente necessario. Per quanto possibile, i medici cercano di rinviare il trattamento al secondo trimestre, quando i principali organi e sistemi del bambino sono già formati e la barriera placentare è completamente matura.

Cefazolin è usato per trattare:

  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infiammazione del muscolo cardiaco;
  • malattie della bile e delle vie urinarie;
  • infezioni delle articolazioni e delle ossa;
  • malattie sessualmente trasmissibili;
  • infiammazioni degli organi pelvici e della cavità addominale;
  • peritonite (infiammazione del peritoneo) e sepsi (infezione generale del corpo);
  • infezioni dopo l'intervento.

Si raccomanda di scoprire come un timo può danneggiare una donna incinta.

Nota: come si verificano false contrazioni durante la gravidanza.

Se una donna incinta ha insufficienza renale o malattie gastrointestinali croniche, allora Cefazolin deve essere usato con grande cura e sotto costante monitoraggio delle condizioni della donna.

È importante! Gli antibiotici non aiutano con raffreddori, tosse, ARVI e influenza. Per il trattamento di queste malattie in donne in gravidanza, Cefazolin è completamente inutile.

Precauzioni ed effetti collaterali

Prima di usare Cefazolin, assicurarsi che la malattia sia causata da agenti patogeni sensibili al farmaco. Cioè, senza consultare un medico e il test non può fare. È anche necessario controllare la futura madre di allergie alle cefalosporine. Per fare questo, è sufficiente effettuare un normale test cutaneo.

La principale controindicazione all'uso di Cefazolin è l'ipersensibilità ad esso. Le istruzioni hanno anche rilevato che il farmaco non può essere punito con bambini di età inferiore a un mese.

Si consiglia di eseguire il trattamento in ospedale, in quanto uno degli effetti collaterali del farmaco è l'allergia, e anche lo shock anafilattico può svilupparsi. Tra gli altri effetti collaterali:

  • convulsioni;
  • dolore addominale, nausea, vomito, diarrea, ittero ostruttivo;
  • con una dose molto grande può essere una violazione dei reni;
  • anemia (diminuzione dell'emoglobina), trombocitosi (conta piastrinica elevata);
  • infiammazione della mucosa orale, disbatteriosi;
  • distruzione accelerata di globuli bianchi e globuli rossi;
  • violazione dell'equilibrio acido-base.

Inoltre, i pazienti spesso lamentano dolore e infiammazione delle vene nel sito di iniezione di Cefazolina.

È importante! Non è possibile combinare il farmaco con diuretici, aminoglicosidi (un gruppo di antibiotici) e alcol.

Cefazolin durante la gravidanza. Composizione e forma di rilascio

Cefazolin è un antibiotico di prima generazione. Questo farmaco può non solo impedire la crescita dei batteri nel corpo, ma anche distruggere i microrganismi.

L'antibiotico ha 2 nomi:

La differenza di questi farmaci in una cosa: hanno produttori diversi, tutte le altre proprietà sono assolutamente identiche.

Cefazolin è disponibile esclusivamente come polvere per la somministrazione endovenosa o intramuscolare. Il farmaco viene sciolto in acqua, glucosio o sodio cloruro. La concentrazione massima di Cefazolina nel sangue avviene entro un'ora. La completa pulizia del corpo dal farmaco avviene dopo 24 ore.

Il farmaco è in grado di penetrare in tutti gli organi del corpo umano, tuttavia, il flusso di Cefazolina nel cervello sarà ridotto al minimo, perché il passaggio attraverso la barriera emato-encefalica è più difficile. Prendere il farmaco durante la gravidanza può essere dannoso, perché i suoi componenti sono in grado di penetrare nella placenta, che comporta il rischio di sostanze nocive nel corpo del feto e del liquido amniotico.

Indicazioni per l'appuntamento Cefazolin durante la gravidanza

Ci sono diversi disturbi in cui un medico può prescrivere cefazolina:

  1. Varie malattie polmonari
  2. Infiammazione nel cuore
  3. Infezioni che entrano nel corpo attraverso il sangue.
  4. Malattie della cavità addominale.
  5. Bruci l'infezione o un recente intervento chirurgico.
  6. Malattie veneree
  7. Infiammazione nella zona pelvica.
  8. Infiammazione delle ossa e delle articolazioni, accompagnata da infezione.

Tutti i possibili problemi sopra riportati nel corpo di una donna incinta possono servire come indicazione per l'uso di Cefazolin.

Controindicazioni all'uso di Cefazolin durante la gravidanza

Prima di usare l'antibiotico, è necessario considerare che ha un numero di controindicazioni. Il mancato rispetto di tutte le norme del farmaco può portare a conseguenze irreversibili.

  1. Reazione allergica ai componenti del farmaco.
  2. Tendenza all'anoressia.
  3. Malattia di Gospele.
  4. Diminuzione dell'emoglobina.
  5. Elevati livelli di zucchero nelle urine.
  6. Disfunzione renale
  7. Equilibrio acido-base alterato.
  8. Dysbacteriosis.
  9. Qualsiasi forma di stomatite.
  10. Calo improvviso nel conteggio dei globuli bianchi.
  11. Effetti negativi dopo l'iniezione endovenosa.
  12. Aumento significativo delle piastrine
  13. Dolore all'addome.
  14. La presenza di qualsiasi tipo di fungo.
  15. Nausea e vomito.

Se si dispone di una delle controindicazioni di cui sopra, è necessario sostituire il farmaco con uno più adatto.

Effetti collaterali dell'uso di Cefazolina durante la gravidanza

Come quasi ogni farmaco, Cefazolin ha i suoi effetti collaterali, di cui dovresti anche essere a conoscenza prima di assumere il farmaco:

  • nausea e vomito;
  • bruciori di stomaco;
  • diarrea;
  • orticaria;
  • angioedema;
  • l'anemia;
  • disfunzione renale;
  • dolore al sito di iniezione;
  • convulsioni;
  • vertigini.

Uso di Cefazolina durante la gravidanza

Cefazolin - un antibiotico che è severamente vietato prendere senza autorizzazione durante la gravidanza, senza consultare uno specialista. Questo farmaco è prescritto, di regola, nei casi in cui non è possibile determinare immediatamente il tipo di malattia.

L'uso del farmaco nel primo trimestre di gravidanza non può essere considerato sicuro, perché durante questo periodo si formano tutti gli organi e i sistemi vitali del corpo del bambino.

Iniezioni di Cefazolin durante la gravidanza - 2 trimestre

L'appuntamento con Cefazolin nel secondo trimestre è consentito solo se c'è un bisogno urgente. Se possibile, dovresti evitare di prendere antibiotici durante la gravidanza o scegliere uno più benigno.

Iniezioni di Cefazolin durante la gravidanza - 3 trimestre

3 trimestre non è meno sicuro periodo di gestazione. Nonostante il fatto che ci siano solo pochi giorni prima di un incontro tanto atteso con il bambino, il rischio di conseguenze irreversibili non diminuisce.

Se è necessario un trattamento urgente, è necessario uno specialista qualificato per selezionare un dosaggio più benigno che causerà un impatto minimo sul feto.

3 fattori che un medico deve prendere in considerazione quando prescrive Cefazolin:

  • indicazioni per taglio cesareo;
  • complicazioni durante la gravidanza a causa di malattie croniche;
  • trattamento farmacologico per non più di tre giorni.

Uso di Cefazolin in gravidanza - istruzioni per l'uso

Come accennato in precedenza, l'uso di Cefazolin all'inizio della gravidanza può danneggiare significativamente un piccolo organismo in via di sviluppo.

Le iniezioni di Cefazolin Akos sono più o meno sicure nel secondo e nel terzo trimestre di gravidanza, tuttavia, non si deve usare il farmaco senza necessità estreme. Il farmaco deve essere prescritto da uno specialista strettamente qualificato. Il suo uso dovrebbe corrispondere alla prescrizione del medico, una riduzione indipendente o un aumento del dosaggio del farmaco ridurranno le sue proprietà terapeutiche a zero e peggioreranno le condizioni del paziente.

Prima di procedere con l'iniezione intramuscolare, è necessario diluire 0,5 gr. polvere in 3 millilitri di un liquido speciale inteso per iniezioni, e per proporzioni endovenose il volume è aumentato a 10 millilitri.

Per somministrare il farmaco con l'aiuto di un contagocce, sono necessari circa 200 ml di cloruro di sodio isotonico. La dose giornaliera massima del farmaco - 12 gr. La durata del trattamento con Cefazolina varia da 7 giorni a 2 settimane. Di regola, il farmaco non viene usato più di 4 volte al giorno. Una prescrizione più precisa sarà data dal medico curante, a seconda delle condizioni e del grado della malattia del paziente.

In presenza di malattie associate al sistema respiratorio e al sistema genito-urinario, uno specialista prescrive l'introduzione di Cefazolina non più di due volte al giorno per 0,5 gr. In presenza di complicanze, la dose aumenta.

In sepsi e peritonite, il medico prescrive 3 gr. farmaco non più di 4 volte al giorno.

L'uso del farmaco ad alto dosaggio per più di due settimane può causare infezioni e disturbi della microflora nel corpo della donna.

La conservazione del medicinale deve avvenire in un luogo buio e fresco. La durata di conservazione del farmaco - 3 anni.

Cosa sostituire cefazolina durante la gravidanza

C'è un numero enorme di analoghi di Cefazolin che hanno le stesse proprietà:

L'unica differenza da Cefazolin è che sono disponibili in forma di compresse. È inoltre severamente vietato l'uso senza autorizzazione, senza la consulenza di un professionista qualificato.

Composizione e forma di rilascio

Cefazolin appartiene agli antibiotici delle cefalosporine di prima generazione. Questo farmaco ha un effetto battericida, cioè è in grado di distruggere i microrganismi e non solo di impedire la loro riproduzione. Cefazolin è una droga semi-sintetica.

Il meccanismo d'azione del farmaco si basa sul fatto che si lega alle proteine ​​sulla membrana esterna della membrana del batterio, che porta al rilascio di enzimi che "digeriscono" il microorganismo. Cefazolin è un farmaco ad ampio spettro, è efficace contro molti ceppi di stafilococco, bacilli intestinali e difterici, spirochete, leptospira, salmonella, klebsiella, pneumococco. L'uso del farmaco non influisce su molti tipi di enterococchi, rickettsia, Proteus, stafilococchi resistenti alla penicillina.

Il farmaco può essere somministrato solo per via parenterale - per via endovenosa e intramuscolare, quindi ha una forma di rilascio - polvere per iniezione. Cefazolina è altamente solubile in acqua, cloruro di sodio, glucosio. Dopo l'uso del farmaco, la sua massima concentrazione nel sangue avviene in 40-60 minuti, completamente eliminati dall'organismo dopo 24 ore.

Attenzione! Cefazolina durante la gravidanza può essere prescritta solo da un medico, il trattamento con questo farmaco deve essere sotto la supervisione di uno specialista.
Cefazolina entra in tutti gli organi umani: l'orecchio medio, cuore, polmoni, ossa, fegato, ecc. Tuttavia, non passa bene attraverso la barriera emato-encefalica, quindi la concentrazione del farmaco nel cervello è minima. Il farmaco penetra attraverso la placenta, quindi entra nel corpo del feto e del liquido amniotico, dove può avere un effetto dannoso. Cefazolin è escreto nelle urine, questo è facilitato dal suo passaggio attraverso i tubuli renali.

Cefazolin per le donne incinte può essere prescritto per le seguenti malattie:

  • la sifilide;
  • infiammazione dell'orecchio medio;
  • infiammazione dei polmoni;
  • malattie acute del tratto respiratorio superiore;
  • foruncolo, carbonchio;
  • endocardite eziologia microbica;
  • artrite eziologia microbica;
  • peritonite purulenta;
  • osteomielite;
  • infezioni urinarie;
  • sepsi;
  • infiammazione del seno;
  • gonorrea.

Istruzioni per l'uso

L'uso di Cefazolina nel primo trimestre di gravidanza è severamente sconsigliato. In questo momento, i rudimenti di tutti gli organi del feto si stanno formando e l'uso di qualsiasi farmaco può causare malattie congenite.

Negli studi sui topi, è stato riscontrato che il farmaco non ha teratogenicità (la capacità di causare malformazioni congenite, deformità) ed embriotossico (la capacità di causare disordini strutturali e funzionali congeniti) dell'azione. Tuttavia, questo esperimento non è stato condotto sugli esseri umani, quindi non ci sono informazioni precise su come Cefazolin colpisce il feto.

Cefazolin appartiene al gruppo di farmaci "B" durante la gravidanza, può essere somministrato solo con indicazioni assolute, quando non ci sono altri metodi di trattamento. L'uso del farmaco nel secondo e nel terzo trimestre è relativamente sicuro, momento in cui sono state formate le principali unità morfologiche del feto. La nomina di Cefazolin a donne in gravidanza è possibile solo da un medico, è severamente vietato usare il farmaco da soli.

Prima dell'uso intramuscolare, 0,5 grammi del farmaco vengono diluiti in 2 millilitri di acqua per iniezione, 1 grammo in 4 millilitri. Per ottenere una soluzione per la somministrazione endovenosa in bolo (monofase), aggiungere altri 4 millilitri di acqua per l'iniezione al fluido risultante. Iniezioni intramuscolari Cefazolina prodotta nel gluteo.

Per ottenere una soluzione per la flebo del farmaco utilizzando 100-200 ml di soluzione di cloruro di sodio isotonico. La dose giornaliera media di Cefazolina è 1-3 grammi, il massimo - 12 grammi. Il corso del trattamento farmacologico dovrebbe essere di 7-14 giorni. Il farmaco viene utilizzato 2-4 volte al giorno, il dosaggio esatto viene scelto dal medico e dipende dalle indicazioni e dalle condizioni del paziente.

In caso di malattie infettive delle vie respiratorie e del sistema urogenitale di gravità da lieve a moderata, i medici prescrivono una somministrazione doppia del farmaco a 0,5 grammi. In caso di corso complicato, si raccomanda l'uso di Cefazolina in una dose giornaliera di 3-6 grammi per 3-4 dosi. Per il trattamento di endocardite, peritonite diffusa, sepsi, quattro volte l'uso del farmaco è prescritto per 3 grammi.

Il trattamento con Cefazolina per meno di 5 giorni e più di 15 giorni è severamente vietato, poiché ciò porta alla formazione di microflora stabile. Il farmaco deve essere conservato in un luogo buio e fresco, lontano dai bambini. La durata di conservazione del farmaco è di 3 anni dalla data di rilascio.

Malattie e condizioni che richiedono terapia antibiotica

Il medico prescrive un trattamento basato sulle linee guida cliniche del Ministero della salute. A volte gli antibiotici sono il farmaco principale nel protocollo, ma ci sono condizioni in cui è necessaria la loro somministrazione profilattica.

La terapia antibatterica durante la gravidanza viene eseguita nelle seguenti situazioni:

  • lesione degli organi genitali: vaginosi batterica, micoplasmosi, tricomoniasi, ureaplasmosi, clamidia, gonorrea, sifilide;
  • patologie del sistema epatobiliare: degenerazione grassa acuta, sindrome di HELLP, colecistite;
  • malattie respiratorie: polmonite, bronchite, sinusite;
  • patologie dell'apparato urinario: cistite, pielonefrite, rene singolo;
  • lesioni infettive del tratto digestivo;
  • in caso di aborto a causa di infezione;
  • ferite gravi, ferite purulente.

Inoltre, gli antibiotici vengono prescritti dopo interventi chirurgici durante la gravidanza, dopo il parto cesareo e complicanze infettive del periodo postpartum. La loro scelta è basata sulla sicurezza per la donna e il neonato che sta allattando al seno.

Gruppi di pericolo di droga

Tutti i farmaci sono sottoposti a molte ricerche, il cui scopo non è solo quello di stabilire la loro efficacia, ma anche di rivelare quanto siano pericolosi per le donne in gravidanza e il bambino in via di sviluppo. Dopo studi clinici e di laboratorio, viene assegnata una categoria di pericolo specifica. Quindi condividi la droga:

  • Gruppo A - superato tutti i test necessari. Secondo i loro risultati, non è stato rivelato alcun pericolo per il feto.
  • Gruppi B: include due tipi di farmaci. Il primo di essi è stato testato su animali, per cui non è stato rilevato alcun effetto negativo sullo sviluppo intrauterino. Il secondo è stato testato su animali e donne incinte. Nell'uomo non è stato rilevato alcun effetto sul feto e nelle donne gravide sono stati rilevati effetti indesiderati minori.
  • I gruppi C - sono stati testati su animali, sono stati identificati effetti negativi sulla progenie emergente - tossici, teratogeni. Pertanto, non sono stati condotti studi clinici su donne in gravidanza.
  • Gruppo D: dopo esperimenti e studi clinici, è stato registrato un effetto negativo sul feto.
  • I gruppi X - hanno un effetto molto pericoloso.

I primi due gruppi di farmaci possono essere utilizzati nel trattamento delle donne in gravidanza, indipendentemente dal periodo di gestazione. I restanti tre sono vietati per il trattamento di donne in gravidanza. Le conseguenze del loro uso possono portare a serie complicazioni e patologie da parte del feto.

Conseguenze dell'uso di antibiotici

I farmaci antibatterici possono danneggiare il feto, se sono prescritti dall'elenco degli usi vietati. Ma molto dipende dal periodo in cui è stata effettuata la terapia.

Una donna non pianifica sempre una gravidanza e sa della sua presenza. Potrebbe essere in una tale situazione che l'uovo è già fecondato, ma il tempo delle mestruazioni non è ancora arrivato. L'infezione batterica è trattata con agenti antibatterici. Se bevi antibiotici prima di un ritardo, la loro scelta non ha lo stesso valore dei primi giorni di gravidanza, che è già stata confermata. Se segui un corso di trattamento, il principio del "tutto o niente". Ciò significa che il farmaco può portare a gravi patologie dello sviluppo e aborto spontaneo o non influenzare l'embrione.

L'assunzione di antibiotici nel primo trimestre di gravidanza è associata a gravi complicanze. Durante questo periodo c'è una deposizione di tutti gli organi, la formazione degli arti, il tubo neurale. Qualsiasi effetto negativo durante il periodo di divisione cellulare attiva porta alla formazione di malformazioni congenite:

  • assenza di organi - aplasia;
  • organo o arti immaturi - ipoplasia;
  • cambiare in forma o posizione normale;
  • la formazione di fori aggiuntivi, fistole.

Gravi effetti degli antibiotici in alcuni gruppi durante questo periodo sono dovuti a una placenta non formata. Dopo l'attaccamento al muro dell'utero e fino a 10-12 settimane di sviluppo, il feto riceve cibo direttamente dai microvasi endometriali. Non esiste un sistema di filtri che non lascino entrare sostanze nocive. Solo la placenta può proteggere il nascituro dall'azione di molte sostanze tossiche e microrganismi. Pertanto, la terapia antibiotica necessaria nel 2 ° trimestre è meno pericolosa.

Ma questo non significa che sia possibile trattare con gli stessi farmaci di quelli non gravidi. La metà della gestazione è il periodo di maturazione del feto, la sua crescita attiva e la formazione di strutture più sottili. Ad esempio, tessuto osseo, sistema nervoso, organo della visione e udito.

D'altra parte, le patologie infettive che sono state attive nel 2 ° e 3 ° trimestre non sono meno pericolose per il bambino. Possono portare alle seguenti complicazioni:

  • nascita prematura;
  • acqua bassa e acqua alta;
  • infezione congenita;
  • ritardo di crescita intrauterino;
  • morte prenatale;
  • insufficienza feto-placentare.

Pertanto, lasciare focolai di infezione non trattati è impossibile. Quando si sceglie un antibiotico, il medico è guidato dal principio: la prevalenza dei benefici per il feto rispetto al rischio di conseguenze negative.

Quali antibiotici possono essere presi in stato di gravidanza?

Appartengono a tre gruppi di farmaci:

Ma nonostante la relativa sicurezza, il trattamento deve essere coordinato con il medico. Questi medicinali hanno altri effetti collaterali non correlati alla gravidanza:

  • Distruggere la microflora intestinale, che porta a disturbi delle feci - diarrea o costipazione, che sono causati dalla disbiosi intestinale.
  • Lo sviluppo di disturbi dispeptici: bruciore di stomaco, mal di stomaco, nausea. Sullo sfondo della gravidanza, a causa di frequenti disturbi digestivi nello stomaco, il suo spostamento dall'utero in crescita, questi sintomi disturbano molte donne. E dopo un ciclo di terapia antibiotica può aumentare.
  • La candidosi vaginale è un frequente compagno di donne in gravidanza, il trattamento con agenti antibatterici distrugge la microflora vaginale e porta ad una esacerbazione dell'infezione fungina.
  • Possono verificarsi reazioni allergiche, anche se in precedenza il trattamento con il farmaco selezionato non era accompagnato da un tale effetto collaterale.

Gli antibiotici sicuri hanno determinate indicazioni e uno spettro di attività. Anche in ogni gruppo ci sono diversi rappresentanti che sono ammessi nelle donne in gravidanza. Per il livello di pericolo rientrano nella categoria del gruppo B.

penicilline

Nel trattamento delle donne in gravidanza usano farmaci sintetici e semisintetici: Amoxicillina, Ampicillina, Oxacillina.

Antibiotici del gruppo della penicillina

Le penicilline hanno un effetto battericida, portano alla morte dei microbi bloccando la sintesi di alcune sostanze che fanno parte della parete cellulare batterica. Le penicilline sono attive contro i seguenti gruppi di microrganismi:

  • streptococchi;
  • stafilococchi;
  • enterococchi;
  • Listeria;
  • Neisseria;
  • clostridi;
  • Corynebacterium.

Ma alcuni microrganismi hanno imparato a difendersi dagli effetti degli antibiotici. Producono un enzima speciale che scompone il principio attivo. Relativo a questo è lo sviluppo della resistenza alla droga.

L'oxacillina è un antibiotico a cui la resistenza non si sviluppa naturalmente. È in grado di combattere l'infezione causata da stafilococco. Ma contro altri agenti patogeni, non mostra attività pronunciata. Pertanto, il suo uso è limitato.

Per evitare che i microrganismi diventino resistenti ai farmaci, sono state sviluppate penicilline protette. Questi farmaci sono composti da sostanze aggiuntive che non consentono ai microrganismi di distruggerli. Questi farmaci includono Amoxicillina / Clavulanato (Amoxiclav), Amoxicillina / Sulbactam (Sultasina).

Questi farmaci sono consentiti nel primo trimestre di gravidanza e nei periodi successivi. Dato lo spettro di attività, sono usati per trattare le seguenti malattie:

  • infezioni del tratto respiratorio: sinusite, tonsillite, bronchite, polmonite;
  • malattie del sistema urinario: cistite, pielonefrite;
  • la meningite;
  • endocardite;
  • salmonellosi;
  • infezioni della pelle e dei tessuti molli;
  • quando si prepara per la chirurgia come profilassi.

A causa della bassa attività di Oxacillin, è usato molto meno frequentemente di Amoxiclav o Sultasin. Le indicazioni per il trattamento sono polmonite, sepsi, endocardite, infezioni della pelle, articolazioni e ossa.

Gli effetti collaterali della terapia con penicillina possono essere i seguenti:

  • disturbi dispeptici: nausea, dolore addominale, vomito;
  • reazioni allergiche e se un'allergia si è sviluppata a uno dei rappresentanti di questo gruppo, una reazione simile è possibile ad altri rappresentanti di penicilline;
  • diminuzione dei livelli di emoglobina;
  • squilibrio elettrolitico;
  • mal di testa.

Gli effetti indesiderati si sviluppano spesso con l'uso prolungato o l'uso in grandi dosi.

Per combinare penicilline con altri farmaci bisogna stare attenti solo dopo aver consultato un medico. Ad esempio, con la bronchite, Fluimucil viene spesso prescritto come espettorante. Il suo principio attivo è l'acetilcisteina. Con l'uso simultaneo di ampicillina, si verifica la loro interazione chimica, che porta a una diminuzione dell'attività di due farmaci.

cefalosporine

Questo è il gruppo più ampio di antibiotici ad ampio spettro. Secondo il meccanismo di azione e attività contro alcuni microrganismi, sono isolati in 4 generazioni. Il più piccolo campo di utilizzo del primo, il più ampio - l'ultimo.

Le cefalosporine sono strutturalmente simili alle penicilline, quindi potrebbero verificarsi casi di allergia crociata in presenza di intolleranza a un antibiotico dello stesso gruppo.

Antibiotici raggruppano cefalosporine 3 generazioni

Le prime tre generazioni di cefalosporine vengono utilizzate sotto forma di iniezioni e medicinali per somministrazione orale. L'ultima generazione è solo sotto forma di soluzione iniettabile. E così:

  • Cefazolin appartiene alla 1a generazione. È usato solo come un'iniezione. L'attività antibatterica di Cefazolin è bassa. Malattie infettive causate da streptococchi, alcuni ceppi di stafilococco, Escherichia coli possono essere trattati. Non può essere usato per sopprimere gli pneumococchi, l'enterobatterio, influenzare leggermente la Shigella, la Salmonella.
  • La seconda generazione è rappresentata da Cefuroxime e Cefaclor. Il primo è disponibile sotto forma di una soluzione per iniezioni e sotto forma di compresse. Se è possibile bere antibiotici da questo gruppo nelle prime fasi della gravidanza, il medico deve decidere. Il loro spettro di attività antibatterica non è ampio, quindi non aiuteranno in tutte le malattie infettive.
  • Cefotaxime e Ceftriaxone appartengono alla terza generazione, che sono identici nella loro attività contro stafilococchi, streptococchi, pneumococchi, meningococchi, gonococchi e molti altri.
  • Cefepime appartiene alla quarta generazione, che è molto simile nelle sue caratteristiche a Ceftriaxone e Cefotaxime.

Le donne incinte usano spesso la terza generazione di cefalosporine. Sono usati nelle seguenti patologie:

  • gravi infezioni del tratto respiratorio superiore e inferiore;
  • lesioni infettive degli organi pelvici;
  • sepsi;
  • la meningite;
  • patologia addominale;
  • infezioni gravi del tratto urinario;
  • lesioni della pelle, articolazioni, ossa.

Sono anche prescritti nel periodo postoperatorio, dopo il parto con taglio cesareo per la prevenzione delle complicanze infettive. L'uso di questi antibiotici non è controindicato durante l'allattamento.

Le reazioni avverse possono essere sotto forma di allergie, disturbi dispeptici, leucopenia, anemia. Quando si usano alte dosi di ceftriaxone, la colestasi può svilupparsi, pertanto, in donne in gravidanza con patologia epatica o con elevati enzimi epatici senza un quadro clinico di danno epatico, viene usata con cautela.

macrolidi

Quali antibiotici di questo gruppo sono consentiti durante la gravidanza? Questi sono Erythromycin, Azithromycin, Dzhozamitsin (l'analogo commerciale Vilprafen).

Ammessi antibiotici durante la gravidanza dal gruppo macrolidico

Lo spettro di attività è abbastanza ampio:

  • infezioni del tratto respiratorio;
  • infezioni dentali;
  • malattie della pelle;
  • malattie infettive del sistema genito-urinario;
  • terapia combinata dell'infezione da Helicobacter nel trattamento dell'ulcera gastrica.

Le donne incinte sono più spesso prescritte josamicina per il trattamento di infezione da clamidia, micoplasma, gonorrea e sifilide. Nel caso della clamidia, il trattamento viene solitamente prescritto nel secondo trimestre. I farmaci penetrano leggermente nel latte materno. Ma per la terapia durante l'allattamento, si raccomanda di usare l'eritromicina, come dimostrato sicuro per i bambini.

Gli effetti collaterali sono rari. Può essere reazioni allergiche, disturbi addominali, nausea, molto raramente - disfunzione epatica.