Olio di pesce durante la gravidanza

Il medico può prescrivere olio di pesce durante la gravidanza, se ritiene necessario il suo uso. Inoltre, le indicazioni possono essere diverse - dal aborto abituale alle manifestazioni di tossicosi tardiva.

Questo farmaco ha proprietà utili, ma possono facilmente trasformarsi in pericolosi con un uso incontrollato. Pertanto, è impossibile iniziare la ricezione da solo.

Benefici per la salute di mamma e bambino

Il più conveniente e più sicuro in gravidanza è l'uso di capsule di olio di pesce. Ed è auspicabile acquistare progettato specificamente per le donne incinte. Oppure studia attentamente le istruzioni in cui dovrebbe essere indicato il grado di purificazione del farmaco.

La pulizia è importante perché la materia prima per la produzione del farmaco è il pesce di mare. I loro corpi accumulano composti tossici che vengono immagazzinati dallo strato grasso. Pertanto, il consumo di grasso di pesce non raffinato può portare alla contaminazione del corpo con sali di metalli pesanti, principalmente mercurio, che in linea di principio è pericoloso non solo durante la gravidanza, ma per qualsiasi persona.

I benefici della vitamina D sono molto alti.

Prodotto correttamente contiene molte sostanze benefiche per il corpo. Hanno un effetto benefico sulla madre stessa e sul bambino che cresce dentro.

  1. Omega-3 stimola lo sviluppo dell'attività mentale, la coordinazione.
  2. La vitamina D, che è abbondante nell'olio di pesce, è necessaria durante la gravidanza per la normale formazione e lo sviluppo del sistema scheletrico e la prevenzione del rachitismo.
  3. La vitamina A contribuisce al corretto sviluppo dell'apparato visivo, la futura madre aiuta a preservare capelli, unghie, pelle.
  4. L'apporto di sangue alla placenta è migliorato, il che contribuisce a una buona crescita e all'aumento di peso.
  5. Il rischio di un bambino prematuro è ridotto.
  6. Puoi bere grasso di pesce per ridurre la probabilità di ereditare il diabete, se tua madre è malata durante la gravidanza.
  7. Rafforza il sistema nervoso, che migliora l'umore.
  8. Aumenta la resistenza alle allergie.
  9. Aiuta ad affrontare la tossicosi tardiva, ad esempio, stabilizza la pressione sanguigna.

Al fine di saturare il corpo con vitamine e acidi grassi benefici, l'olio di pesce viene prescritto nella fase di pianificazione della gravidanza. Aiuta il corpo femminile a prepararsi per il trasporto di un bambino. Gli acidi grassi polinsaturi facilitano il concepimento. Ma, naturalmente, questo è un effetto generale, l'infertilità non viene trattata con questo farmaco.

Come prescritto da un medico, tale grasso può essere assunto all'inizio della gravidanza. Se non ci sono controindicazioni, porterà grandi benefici a mamma e bambino:

  • è nei primi mesi che si formano tutti gli organi del feto, compreso il cervello e il midollo spinale, quindi il farmaco contribuisce allo sviluppo delle capacità mentali del futuro bambino;
  • Altrettanto importante è l'effetto positivo sull'osso e sui sistemi visivi;
  • abbastanza spesso è prescritto quando minacciato di aborto, soprattutto per le donne che hanno già affrontato questo problema.

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Solo un medico può prescrivere olio di pesce durante la gravidanza. Questo è un requisito obbligatorio, dal momento che vi sono rischi abbastanza seri per il suo uso incontrollato.

Il primo e più importante effetto collaterale è un'alta concentrazione di vitamina A. Il retinolo ha la capacità di accumularsi nel corpo. Grandi dosi di esso hanno un effetto teratogeno, cioè possono portare a deformità fetali. Pertanto, durante la gravidanza è necessario coordinare con il ginecologo la questione se sia possibile prendere olio di pesce.

Se una donna beve qualsiasi altro complesso vitaminico-minerale, il retinolo è necessariamente presente in essi. La supplementazione può portare a ipervitaminosi, che non è meno pericoloso di una mancanza di vitamine. Nessuna proprietà utile giustifica un tale rischio.

Droga necessaria per la futura madre durante la gestazione

Il danno durante la gravidanza può portare e la vitamina D, che è nel grasso. L'eccessiva saturazione del corpo è irta di un maggiore accumulo di calcio, che può portare alle seguenti conseguenze:

La ricerca viene ora condotta sull'effetto di questo farmaco su una donna incinta e sullo sviluppo del feto. Finora, la sua efficacia non è chiaramente dimostrata, quindi la nomina dei medici si basa sui benefici della composizione e dell'esperienza d'uso. Sebbene non ci siano prove chiare che il farmaco sia dannoso.

La presenza di alcune malattie spiega perché non si può mangiare olio di pesce durante la gravidanza. Eccoli:

  • interruzione del sistema endocrino;
  • malattia renale, pietre;
  • malattia della cistifellea;
  • fase attiva della tubercolosi.

Dosaggio e regimi

Il medico può prescrivere di iniziare la preparazione in fase di progettazione, in qualsiasi momento e anche dopo la consegna. In ciascuno di questi periodi raggiunto i loro obiettivi. Ad esempio, l'assunzione di olio di pesce nel 3 ° trimestre di gravidanza contribuisce al normale aumento di peso del bambino. Ma sempre il corso d'uso del farmaco sarà breve, in modo da non causare l'ipervitaminosi.

Le dosi richieste sono determinate dal medico in base allo stato della donna incinta, alla sua dieta, al periodo, alle caratteristiche del portamento del bambino, alla presenza di altri farmaci prescritti.

  1. Di solito, durante la gravidanza, sia nel primo trimestre sia successivamente, il grasso di pesce viene prescritto come parte di preparazioni complesse. Ma accettare la sostanza pura è permesso. Entrambe le opzioni sono preferite sotto forma di capsule.
  2. Il dosaggio giornaliero non è superiore a 300 mg.
  3. In media, prendono 1-2 capsule due volte al giorno, ma lo schema esatto è determinato dal medico.
  4. Non è raccomandato l'uso del farmaco a stomaco vuoto.
  5. La durata dell'ammissione è determinata dal medico.

Le recensioni sull'assunzione di olio di pesce durante la gravidanza sono diverse. Alcune donne notano il suo beneficio incondizionato, vedere i risultati sui propri figli. Un altro farmaco non andava bene. Ma in ogni caso, è necessario concentrarsi sulle istruzioni del medico curante, e non l'opinione dal lato.

Utilizzare preferibilmente su prescrizione.

Pareri soggettivi delle donne

Conosco molto sui benefici degli acidi grassi. Dopo aver consultato un medico, ho provato a bere il grasso di pesce durante la gravidanza. Ma, sfortunatamente, non mi ha affatto adattato. Dopo la prima dose, iniziarono i problemi con la cistifellea e fu necessario rifiutare.

Credo che l'olio di pesce non sia solo possibile, ma necessario per tutti da bere durante la gravidanza. È solo importante acquistare appositamente purificato in farmacia. È particolarmente necessario dal concepimento fino al quinto mese. Dopotutto, allora si formano il cervello, il cuore e in generale tutti gli organi. L'ho bevuto quasi per l'intero periodo. Mia figlia ora ha 4 anni, è andata all'asilo. Gli educatori dicono che il più esperto nel gruppo. Spesso leggo che è necessario acquistare speciali "omegas". In realtà, hanno lo stesso grasso di pesce, anche il medico Berezovskaya scrive su di esso, l'effetto è lo stesso durante la gravidanza. La cosa principale: pulizia delle impurità tossiche che accumulano pesci nelle loro vite.

Sto solo programmando. Ho trovato molte recensioni che quando si pianifica una gravidanza, il grasso di pesce aiuta la concezione. Il dottore ha detto che puoi bere un paio di settimane e basta.

Danni e benefici dell'olio di pesce durante la gravidanza

Prendi coscienziosamente acido folico, segui la dieta e non permetti nemmeno a te stesso di guardare il formaggio brie non pastorizzato. Ma la tua gravidanza è accompagnata dalla giusta quantità di acidi grassi omega-3?

Gli acidi grassi omega-3 sostengono la salute (e l'umore) dal momento del test di gravidanza positivo all'allattamento al seno. Ma, soprattutto, svolgono un ruolo incredibilmente importante nella crescita e nello sviluppo del tuo bambino.

In breve, acido docosaesaenoico o DHA (un tipo di omega-3) è la chiave per una corretta crescita e sviluppo degli occhi e del cervello di un bambino. Il nostro cervello è il 60% di grassi e circa il 20% di essi dovrebbero essere acidi grassi omega-3.

Molti studi hanno dimostrato che un consumo insufficiente di DHA durante la gravidanza e durante l'infanzia ha un grave impatto sullo sviluppo del cervello di un bambino.

Gli studi hanno dimostrato che i bambini con carenza di omega 3 / DHA hanno il 50% in meno di sinapsi. Uno studio sulle diete di 12.000 donne incinte (che è stato pubblicato sulla rivista Lancet) ha mostrato che i bambini di quelle donne che avevano consumato il minimo omega-3 avevano i risultati del test del QI più bassi.

Cos'è l'omega-3?

Esistono tre principali tipi di acidi grassi omega-3: l'acido alfa-linolenico (ALA) contenuto in alimenti e additivi di origine vegetale, come semi di lino e chia, acido eicosapentaenoico (EPA) e acido docosaesaenoico (DHA), che è presente principalmente in fonti animali Ad esempio, olio di pesce.

I migliori alimenti contenenti omega-3 per le donne incinte sono lo sgombro, il salmone e la trota.

Gli integratori di omega-3 sono utili in gravidanza e perché stanno prestando molta attenzione?

Secondo il dott. Alex Richardson dell'Università di Oxford (1):

"Tutto ciò di cui il corpo di un bambino ha bisogno per crescere e formare riceve dalla madre. Particolarmente importanti sono gli acidi grassi omega-3 a catena lunga presenti nel pesce e nei frutti di mare. Sfortunatamente, sono proprio queste sostanze a essere spesso insufficienti nella dieta di molte donne moderne ".

Dalle smagliature alla depressione postpartum, l'olio di pesce è benefico per le donne incinte in molti modi. Ma soprattutto, ha un effetto benefico sulla salute del tuo bambino.

La connessione tra l'assunzione di DHA omega-3 durante la gravidanza e la salute di un bambino sta diventando sempre più nota. Il DHA è la chiave per una corretta crescita e sviluppo degli occhi e del cervello di un bambino. Il nostro cervello è il 60% di grassi e circa il 20% di essi dovrebbero essere acidi grassi omega-3.

Le proprietà benefiche di omega-3 non finiscono qui. Questi acidi riducono la probabilità che il bambino sviluppi allergie o asma. (2)

Inoltre, i bambini le cui madri durante la gravidanza hanno mantenuto un alto livello di omega-3, meno probabilità di soffrire di eczema nei primi anni di vita.

Perché assumere capsule di omega-3 durante la gravidanza?

Sicuramente sei contento di quanto sia utile l'olio di pesce durante la gravidanza. Tuttavia, ci possono essere giorni in cui, a causa della nausea mattutina, la brama di certi cibi e l'esaurimento generale dal fatto che una persona nuova cresce attivamente dentro di te, l'ultima cosa che vuoi mangiare è una grande porzione di insalata di sgombri.

Inoltre, gli alimenti ricchi di acidi grassi omega-3 possono contenere sostanze pericolose per la crescita del bambino, come mercurio, diossine e PCB. Per questo motivo, gli specialisti sanitari nazionali consigliano alle future mamme di limitarsi a due porzioni di pesce, in particolare tonno fresco, salmone o sardine, il che significa che alcune delle migliori fonti di acidi grassi omega-3 sono escluse dal menu.

Pertanto, l'assunzione di olio di pesce sotto forma di integratori per le donne incinte è una grande idea. La cosa principale è scegliere additivi puliti, sicuri e collaudati, i cui produttori pubblicano apertamente i risultati della ricerca dei loro prodotti. In questo modo puoi facilmente e in completa sicurezza soddisfare le necessità quotidiane del tuo corpo e del tuo bambino negli acidi grassi omega-3.

Posso prendere omega-3 durante la gravidanza?

Non solo possibile, ma necessario. Soprattutto se non puoi mangiare o non gradire il pesce grasso. Scegli i supplementi alti in DHA. Assicurarsi inoltre che la fonte di omega-3 sia l'olio di pesce, non l'olio di fegato di merluzzo. L'olio di pesce è ottenuto da pesce fresco ricco di acidi grassi come EPA e DHA. A sua volta, l'olio di fegato di merluzzo, come suggerisce il nome, è ottenuto esclusivamente dal fegato. Contiene meno omega-3, ma è ricco di vitamina A, il cui eccesso può influire negativamente sul feto.

L'olio di pesce è sicuro durante la gravidanza?

Gli integratori di olio concentrato Omega-3 sono sicuri durante la gravidanza. Tuttavia, assicurati di informare che stai assumendo questi integratori, il medico che conduce la gravidanza e scegli i prodotti con un contenuto minimo di eventuali impurità. Le capsule di Omega-3 Solgar e Garden of Life non contengono mercurio e sono costituite da pesci commerciali. Inoltre, ogni lotto è certificato e ha 5 stelle in termini di purezza e qualità, in conformità con gli International Fish Oil Production Standards (IFOS).

British Nutrition Foundation:

"Il pesce oleoso è un'ottima fonte di acidi grassi omega-3 a catena lunga. Questo tipo di acido grasso è essenziale per lo sviluppo del sistema nervoso centrale, del cervello e della retina del feto. "

Qual è il ruolo di omega-3 nello sviluppo del bambino?

Secondo il dott. Alex Richardson del Center for Empirical Intervention dell'Università di Oxford, la dieta che la madre ha seguito durante la gravidanza può "influenzare la salute e lo sviluppo del bambino per tutta la vita".

Vari studi confermano le parole del dott. Richardson, incluso uno studio del 2003 pubblicato sulla rivista Pediatrics. Secondo i risultati, i bambini la cui madre ha ricevuto sufficienti supplementi di olio di pesce durante la gravidanza, all'età di quattro anni, erano molto più capaci di far fronte ai test di intelligenza.

Un altro studio del 2004, pubblicato sulla rivista Child Development, ha rilevato che i bambini le cui madri avevano un livello più elevato di DHA alla nascita avevano una maggiore concentrazione di attenzione all'età di due anni.

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) aderisce all'opinione scientificamente fondata secondo cui esiste un chiaro nesso causale tra l'assunzione di integratori di DHA e lo sviluppo normale del cervello.

Quando dovrei iniziare a prendere omega-3?

Come nel caso dell'acido folico, è meglio iniziare a prendere l'olio di pesce omega-3 anche prima di vedere la seconda striscia tanto attesa.

L'assunzione di omega-3 prima della gravidanza - circa sei mesi prima del concepimento - consente al corpo di formare una certa riserva di acidi grassi essenziali. Assicurati di averne bisogno fin dai primi momenti. È estremamente importante assumere integratori di olio di pesce nel primo trimestre di gravidanza, perché il cervello e il sistema nervoso sono le prime cose che iniziano a formarsi in un piccolo embrione.

Non interrompere l'assunzione di omega-3 durante la gravidanza e dopo il parto. A causa del fatto che il tuo corpo dirigerà principalmente il DHA a sviluppare il cervello e gli occhi di un bambino, la gravidanza può esaurire le tue riserve di acidi grassi omega-3, che è uno dei fattori di rischio per la depressione postpartum.

Pertanto, vale la pena continuare a prendere questi supplementi dopo che il bambino è nato, anche se non si allatta al seno.

Di quanto omega-3 ho bisogno? Posso andare troppo lontano? Che dire dell'allattamento al seno?

Devo prendere l'allattamento al seno omega-3?

Secondo una recensione pubblicata sulla rivista Obstetrics and Gynecology, le percentuali di bambini la cui madre ha ricevuto 200 mg di DHA per quattro mesi di allattamento al seno sono risultati significativamente migliori (rispetto alle donne che hanno assunto integratori di olio vegetale).

Inoltre, ulteriori riserve di omega-3 sono utili non solo per il tuo bambino, ma anche per te. Durante l'allattamento al seno, le tue riserve di omega-3 possono essere esaurite, il che porta ad un cattivo umore e può anche causare depressione postpartum.

Quanti omega-3 devono essere assunti durante la gravidanza?

Secondo una recensione pubblicata sulla rivista Obstetrics and Gynecology (4), l'indennità giornaliera minima per le donne incinte è di 300 mg di DHA. L'Institute of Health dello stato americano consiglia alle donne in attesa di rifornimento di lottare per questo indicatore. Una piccola capsula di olio di pesce contiene 560 mg di DHA - più che sufficienti per la normale crescita del bambino e della salute della madre.

L'olio di pesce omega-3 è sicuro durante la gravidanza?

Se gli acidi grassi omega-3 sono così buoni per il cervello di un bambino, più ne prendi, meglio è? No! Nonostante il fatto che l'assunzione di più di quanto raccomandato dagli esperti, la quantità di omega-3 è improbabile che possa portare a un sovradosaggio, può provocare alcuni effetti collaterali spiacevoli, come nausea e feci molli.

Se sta assumendo anticoagulanti, come il warfarin, prima di iniziare a prendere l'olio di pesce omega-3, si assicuri di consultare il medico.

Posso prendere omega-3 nel terzo trimestre?

Non solo possibile, ma estremamente importante! Certo, la tentazione di afferrare tutto a portata di mano è estremamente grande. Tuttavia, durante il terzo trimestre, è fondamentale che il tuo corpo riceva i nutrienti giusti, poiché durante questo periodo si verifica il più grande sviluppo del cervello del bambino.

L'omega-3 aiuterà ad affrontare le smagliature?

Emorroidi, indigestione, incontinenza. Sicuramente, la gravidanza non è solo una pancia affascinante. Non dimenticare un altro aspetto che è lontano dall'attrattiva: le smagliature. Queste linee verticali rosse, rosa e persino viola possono inizialmente ferire e prudere, ma col tempo spariscono, lasciandosi dietro cicatrici bianche e lucenti.

Durante la gravidanza, l'utero si espande molto rapidamente, allungando la pelle sull'addome, danneggiando il collagene e le fibre elastiche della pelle, rendendole più deboli e meno elastiche. Quando il tessuto connettivo si estende al limite, nelle fessure si possono vedere gli strati più profondi del tessuto connettivo della pelle. Questo è il tratto.

Naturalmente, le smagliature possono apparire con un forte aumento di peso, ma i cambiamenti ormonali che accompagnano una gravidanza aumentano significativamente la probabilità che si verifichino. Alcuni ormoni, come i glucocorticoidi, necessari per la normale crescita del feto, sono pensati per sopprimere la produzione di collagene.

Assumendo integratori di omega-3 durante la gravidanza, si ottiene un bonus extra: aiutano a ridurre le smagliature, aiutano a ridurre l'infiammazione, stimolano la produzione di collagene e idratano la pelle dall'interno.

Quali sono i migliori integratori di omega-3 per le donne incinte?

I migliori integratori di olio di pesce per le donne incinte sono quelli che contengono grandi quantità di DHA. E con tutti i mezzi scegli gli integratori in cui non ci sono tracce di mercurio, metalli e altre tossine, dal momento che possono influenzare negativamente lo sviluppo del sistema nervoso del feto.

Il comitato consultivo scientifico di nutrizione e il comitato tossicità consigliano vivamente a tutte le donne durante la pianificazione della gravidanza, durante la gravidanza o l'allattamento al seno di abbandonare completamente il consumo di pesce come squalo, pesce spada e marlin, perché la loro concentrazione di mercurio è superiore a quella di tutti gli altri tipi di pesce.

L'articolo è stato scritto con la partecipazione dell'ostetrica Svetlana Mikhailova. Il testo usato cita il dott. Alex. Richardson.

Olio di pesce per donne in gravidanza - regole per l'integrazione

L'olio di pesce contiene tutte le proprietà benefiche delle vitamine liposolubili, degli acidi grassi omega-3 (eicosapentaenoico e docosaesaenoico), che sono particolarmente necessari per il futuro corpo della madre. Tutte le donne con l'inizio della gravidanza hanno una deficienza relativa di questi nutrienti, poiché alcuni di essi vanno allo sviluppo del feto. Riempire le carenze nutrizionali con il cibo (pesce grasso) è molto difficile, e i frutti di mare possono anche contenere composti tossici e metalli pesanti. Pertanto, molti medici prescrivono olio di pesce durante la gravidanza come fonte principale di alfa-tocoferolo, colecalciferolo, retinolo e una varietà di acidi grassi polinsaturi.

In questo articolo discuteremo le regole di base per la prescrizione e l'assunzione di preparati vitaminici di grasso di pesce. Abbiamo anche preparato per le future madri una valutazione dei farmaci top-3 che sono raccomandati per l'uso nella fase di pianificazione del concepimento e durante il trasporto di un bambino.

Nordic Naturals, DHA per le donne incinte, formula senza profumo, 500 mg, 180 capsule di gelatina

Posso prendere l'olio di pesce incinta

Questa sostanza biologicamente attiva ha un'origine completamente naturale. Nel processo di produzione di additivi, il grasso subisce una purificazione molecolare multi-stadio, che consente di rimuovere le impurità nocive e le tossine. Pertanto, l'olio di pesce è assolutamente sicuro per il corpo femminile e può essere ampiamente utilizzato per mantenere la salute del sistema riproduttivo e di altri organi.

La mancanza di PUFA e di sostanze vitaminiche si verifica praticamente in ogni donna "in una posizione interessante", quindi l'olio di pesce non è solo possibile, ma anche necessario da bere durante la gravidanza.

Effetti benefici per il feto e la madre

Durante il periodo di pianificazione della gravidanza, l'olio di pesce stabilizza lo sfondo ormonale della donna, stimola la produzione di estrogeni e progesterone nel giusto rapporto, che è necessario per la maturazione di un ovulo a tutti gli efetti e dell'ovulazione.

Nel primo trimestre il farmaco vitaminico riduce la probabilità di aborto e riduce il tono dell'utero, che contribuisce alla conservazione e al prolungamento della gravidanza. Inoltre, gli acidi grassi omega3 sono necessari per la prevenzione della tossiemia nella prima metà della gravidanza. Il carico sul muscolo cardiaco e sui vasi sanguigni delle donne aumenta nel secondo e nel terzo trimestre. I grassi di pesce sono considerati il ​​precursore delle prostaglandine benefiche, che prevengono lo spasmo eccessivo delle arterie e impediscono lo sviluppo di ipertensione nelle donne in gravidanza. Nel periodo postpartum, l'olio di pesce è un buon strumento per la normalizzazione dello stato emotivo delle donne e la prevenzione della depressione.

I principali effetti positivi dell'olio di pesce durante la gravidanza per lo sviluppo del feto:

  • attivazione del flusso sanguigno e trofismo nella placenta;
  • promuovere la stenditura e la differenziazione del sistema nervoso a tutti gli effetti (midollo spinale e cervello);
  • prevenzione dell'ipovitaminosi D;
  • prevenzione dei disturbi metabolici nel feto (in presenza della sindrome metabolica nella madre);
  • garantire uno sviluppo fisico proporzionale in accordo con l'età gestazionale;
  • riducendo il rischio di allergie in un bambino.

Scopri di più sugli effetti medici dell'olio di pesce nel video:

Controindicazioni

È severamente vietato usare olio di pesce durante la gravidanza in tali situazioni:

  • la presenza di patologie endocrine di una donna delle ghiandole surrenali, pituitaria;
  • lesioni tiroidee (ipotiroidismo, tireotossicosi);
  • urolitiasi e altre opzioni di nefropatia;
  • tubercolosi polmonare in forma attiva;
  • colelitiasi, infiammazione della cistifellea e dei dotti;
  • pancreatite cronica.

Se una donna incinta sviluppa altre malattie con relative controindicazioni, i complessi vengono prescritti se il potenziale rischio di effetti collaterali è inferiore ai benefici per il bambino e la madre.

Interazione con altri farmaci

Con estrema cautela, è necessario affrontare la prescrizione di olio di pesce per le donne incinte che stanno già bevendo altri farmaci vitaminici. Il prodotto ittico contiene alte concentrazioni di vitamina D e A. Un sovradosaggio di retinolo (vitamina A) ha un effetto teratogeno sul feto e può persino portare a un aborto spontaneo nel 1 ° semestre di gravidanza. Un eccesso di vitamina D nel corpo femminile porta all'accumulo e alla deposizione di sali di calcio nei tubuli renali, aumenta il rischio di lesioni alla nascita in un bambino.

Come prendere un additivo

Per non danneggiare te stesso e il futuro del bambino, l'olio di pesce durante la gravidanza viene assunto solo su appuntamento del tuo ostetrico-ginecologo, che fissa le dosi individuali della sostanza, tenendo conto delle condizioni della futura madre.

Preparazione per la gravidanza

Per le donne con normale attività riproduttiva che stanno pianificando una gravidanza, il dosaggio raccomandato non differisce dalla norma per un adulto - 1-2 capsule al giorno, che corrisponde a circa 500 mg di acidi grassi. Il corso iniziale è di 1 mese.

Quando si pianifica una gravidanza, l'olio di pesce IVF è il "gold standard" ed è prescritto in combinazione con acido folico per normalizzare i livelli ormonali e stimolare il rilascio di un uovo sano. In questo caso, la conversione della quantità di olio di pesce avviene tenendo conto della concentrazione di acidi omega. I ginecologi raccomandano a una donna di bere 1000 mg di omega-3 al giorno.

Quando si trasporta un bambino

L'olio di pesce è vitale all'inizio della gravidanza, quando si verificano la deposizione e la formazione di strutture del tubo nervoso e del cuore del bambino. Secondo gli standard internazionali, la quantità ottimale dell'additivo durante questo periodo è di 500 mg e il rapporto degli acidi eicosapentaenoico e docosaesaenoico dovrebbe essere 1: 2. Nel caso delle malattie extragenitali della madre o dei dati sugli aborti spontanei nel primo trimestre della storia della donna, la dose può essere aumentata di 200 mg.

Nel 2 ° trimestre di gravidanza, i dosaggi raccomandati di olio di pesce non cambiano. La futura mamma ha bisogno di monitorare attentamente il suo stato di salute, se compaiono sintomi insoliti, smettere di prendere il farmaco e consultare un medico.

Durante il terzo trimestre di gravidanza, il consumo di olio di pesce viene continuato secondo lo stesso schema, a condizione che la donna incinta non abbia intolleranza alla droga o reazioni allergiche. Nei periodi successivi c'è il rischio di preeclampsia e gestosi. In caso di comparsa di segni minacciosi, il medico può aumentare il dosaggio in base al benessere della donna e ai risultati del test.

Periodo postpartum

Dopo il parto, si raccomanda alle madri di usare 500-600 mg di acidi omega-3 per i primi 4-6 mesi (a volte continuano a prendere per tutto il periodo dell'allattamento al seno). È meglio usare speciali complessi postnatali, che contengono tutte le sostanze benefiche per il rapido recupero del corpo della donna nel periodo postpartum.

Farmaci TOP per le donne incinte

Quando si sceglie un integratore alimentare, concentrarsi sulla concentrazione di acidi grassi (normalmente almeno 500 mg per porzione), la quantità di DHA dovrebbe essere 2 volte superiore all'EPA. In gravidanza, l'olio di pesce è più conveniente da prendere in capsule che non hanno un gusto e un aroma sgradevoli, il che facilita il loro ricevimento, anche con la tossicosi precoce. Nella composizione degli additivi non dovrebbero essere presenti conservanti, coloranti e aromi artificiali.

Puoi leggere di più sulle regole di prescrizione, indicazioni e controindicazioni, 5 migliori preparazioni con acidi omega nel nostro articolo.

Sulla base dell'analisi della composizione e delle tecnologie di produzione, dopo aver studiato le recensioni reali sul Web, abbiamo selezionato i farmaci più efficaci e di alta qualità consigliati per le future mamme.

I nostri 3 migliori integratori di olio di pesce durante la gravidanza:

In che modo l'olio di pesce è utile durante la gravidanza?

Durante la gravidanza, a una donna incinta vengono spesso somministrate varie vitamine e integratori alimentari che hanno un effetto positivo sul corpo della futura madre e sullo sviluppo del feto. L'olio di pesce è uno di questi supplementi, ma prima di iniziare a utilizzarlo durante la gravidanza, è necessario acquisire familiarità con tutti i pro e contro.

Posso prendere olio di pesce durante la gravidanza?

Il fatto che l'olio di pesce sia utile è noto fin dall'antichità. Molto spesso è stato prescritto per il trattamento e la prevenzione del rachitismo, per rafforzare il sistema immunitario o l'anemia.

Nell'ex Unione Sovietica fu introdotta una legge sulla base della quale tutte le istituzioni educative e prescolari ricevettero l'incarico di fornire olio di pesce a tutti i bambini per la prevenzione. In quegli anni, quasi tutti i bambini conoscevano il sapore di questo liquido poco appetitoso e dall'odore oleoso.

L'olio di fegato di merluzzo è un estratto di fegato di merluzzo

L'olio di pesce viene estratto dal fegato di grandi pesci di merluzzo. È ricco di vitamine A, E e D. Esso contiene nella sua quantità ottimale tutti i macro e microelementi necessari per il normale funzionamento del nostro corpo. E, soprattutto, ha un sacco di acidi grassi Omega-3. L'estratto di fegato di merluzzo è talvolta chiamato Omega-3. La consistenza di questa meravigliosa medicina è molto simile all'olio vegetale.

Ma quanto è necessario per le donne quando portano un bambino? E non ti farà male durante la gravidanza?

Nella descrizione del farmaco è impossibile non notare un avvertimento: le madri incinte non sono consigliate di usarlo. In effetti, le donne incinte dovrebbero assumere olio di pesce con estrema cautela e solo su consiglio di un medico, seguendo rigorosamente tutte le sue prescrizioni. Dopotutto, qualsiasi farmaco, qualsiasi vitamina o integratore alimentare, insieme a proprietà utili, comporta alcuni rischi. L'olio di pesce non fa eccezione.

Essendo nel grembo materno, il bambino riceve dalla madre molte sostanze nutritive, ottiene tutto ciò di cui è ricco l'organismo materno. E se una donna incinta prende l'olio di pesce, quindi, influenzerà lo sviluppo del feto, contribuirà a formare correttamente gli organi e lo scheletro del bambino.

A chi e in quali casi viene principalmente prescritto l'olio di pesce?

  • Le donne che non includono nella loro dieta pesce.
  • Le donne incinte che sono sospettate di avere ritardo di crescita intrauterino.
  • Se precedenti gravidanze si sono concluse con aborti spontanei.
  • Per la prevenzione della consegna prematura.
  • Con un aumentato rischio di sviluppare tossicosi tardive (gestosi).

Ma la futura mamma può prendere l'olio di pesce solo quando non ha controindicazioni al suo uso!

Benefici per madre e feto

Se questo farmaco è stato prescritto da un medico, allora è utile esaminare tutte le sue proprietà benefiche e composizione.

L'olio di pesce contiene un gran numero di oligoelementi (come calcio, ferro, iodio), acidi grassi omega-3, vitamine. Pertanto, è così estremamente utile per le donne incinte.

L'apparente mancanza di vitamine nelle future mamme è indicata da pelle secca, un fascio di unghie, e i capelli non sembrano vivi e lucenti, e frequenti raffreddori indicano un'immunità indebolita. La ricezione di olio di pesce è in grado di compensare queste e molte altre carenze.

Quali benefici porta l'olio di pesce a una donna incinta?

  • Aumenta l'immunità.
  • Visualizza il colesterolo.
  • Migliora le proprietà protettive delle mucose.
  • Ottimo effetto sulla crescita e l'aspetto dei capelli, delle unghie.
  • Inibisce l'infiammazione, aumentando la quantità di lipidi nel sangue.
  • Aiuta il sistema cardiovascolare e promuove la corretta circolazione del sangue.
  • Trasporta l'ormone della felicità - la serotonina, che agisce pacificamente sulla futura mamma.
  • Calma i nervi
  • Previene lo sviluppo della preeclampsia.
  • Riduce il rischio di aborto spontaneo.

In che modo influisce sullo sviluppo fetale?

  • Migliora il flusso di sangue alla placenta, che fornisce al bambino ossigeno e nutrizione di alta qualità. Questo è particolarmente importante nella seconda parte della gravidanza. Di conseguenza, i bambini nascono con buoni indicatori di altezza e peso.
  • Le manifestazioni di reazioni allergiche nei neonati, le cui madri hanno bevuto olio di pesce durante la gravidanza, sono ridotte al minimo.
  • Contiene un elemento indispensabile retinolo, che contribuisce al corretto sviluppo della vista e dell'udito del bambino.
  • Un effetto positivo sulla corteccia cerebrale, rendendo il futuro bambino intelligente e facile da imparare.
  • A volte, riduce il rischio di ereditare il diabete se una donna nella situazione soffre di questa patologia.
  • La prevenzione di tali malattie come il rachitismo (per la quale la vitamina D è responsabile, contenuta nella composizione dell'olio di fegato di merluzzo) rende le briciole forti, contribuisce alla loro crescita proporzionale.

Dopo il parto, ci sono ragioni per continuare a prendere il farmaco, poiché durante il periodo dell'allattamento influisce in modo appropriato sulla produzione di latte per l'alimentazione completa del bambino, e aiuta anche la donna a far fronte alla depressione postpartum.

L'uso completo dell'olio di pesce compenserà la mancanza di un acido grasso omega-3 nel corpo della futura madre, perché è specificamente per questo scopo che viene prescritto durante la gravidanza.

Posso prendere olio di pesce durante la gravidanza

La memoria d'infanzia più sgradevole è l'olio di pesce amaro. A nessuno piaceva berlo, ma già allora capirono che era molto utile.

Ora, aspettando un bambino, voglio dargli tutte le cose utili in questo prodotto. Ma è importante sapere se è possibile prendere olio di pesce durante la gravidanza.

Cos'è l'olio di pesce

L'olio di pesce è un farmaco derivato dal fegato di merluzzo e dal pesce grasso. Concentra l'omega 3 e altre sostanze benefiche. In sostanza, è un integratore nutrizionale attivo contenente vitamine e un intero complesso di preziosi microelementi.

Vantaggi dell'olio di pesce:

  • rimuove il colesterolo cattivo;
  • rafforza il sistema di difesa del corpo;
  • riduce la possibilità di aborto spontaneo;
  • promuove lo sviluppo della serotonina "ormone della felicità".

La composizione dell'olio di pesce:

  1. Gli antiossidanti proteggono gli organi dai radicali aggressivi, inibiscono i cambiamenti legati all'età;
  2. Omega-3 e Omega-6, che sono acidi grassi, riducono il sangue, prevengono la formazione di coaguli di sangue, normalizzano la pressione sanguigna;
  3. La vitamina A sostiene la salute degli organi visivi, è coinvolta nella prevenzione del cancro;
  4. La vitamina D è necessaria per la prevenzione del rachitismo nei bambini, indispensabile per la formazione del tessuto osseo (leggi anche l'articolo sul tema: la vitamina D viene somministrata a un neonato? >>>);
  5. Il prodotto contiene anche iodio, calcio e ferro.

E 'possibile pescare olio durante la gravidanza?

Oggigiorno, molti medici percepiscono la tua gravidanza come una malattia. Scrivi immediatamente un sacco di pillole, complessi vitaminici e test irragionevoli.

Se parliamo di olio di pesce, il suo scopo è di:

  • il corpo riceveva preziose vitamine e minerali e poteva resistere alle influenze esterne;
  • migliorare il funzionamento del cuore e dei vasi sanguigni;
  • sostenere la salute di capelli e unghie della futura mamma;

Attenzione! L'olio di pesce è un farmaco profilattico, non terapeutico. È solo un integratore alimentare. Non c'è bisogno di appuntare speranze speciali su di lui.

Tipi di olio di pesce

Nelle farmacie, il farmaco viene presentato in due forme: capsule e soluzione oleosa.

  1. Le capsule proteggono l'omega-3 dall'ossidazione nell'aria e dalla luce. Inoltre, l'assunzione di capsule facilita il calcolo del dosaggio del farmaco. Più olio di pesce puro senza impurità è confezionato in capsule;
  2. La forma liquida del farmaco non è sottoposta a una pulizia così accurata e può contenere una certa quantità di tossine. Quando si apre il contenitore, gli acidi grassi iniziano a ossidarsi, quindi ha più senso usare contenitori piccoli.

Se scegliamo, è meglio prendere delle capsule di olio di pesce.

Olio di pesce durante la gravidanza

È meglio prestare attenzione a questo farmaco nella fase preparatoria per la gravidanza. Di solito è prescritto 2 mesi prima della gravidanza programmata.

  • Il motivo principale per la nomina del farmaco all'inizio della gravidanza è la minaccia di aborto spontaneo e tono dell'utero (leggi l'importante articolo sull'argomento: tono uterino all'inizio della gravidanza >>>);

Gli acidi grassi hanno un effetto benefico sull'elasticità dei muscoli, li rilassano.

Ma un effetto simile può essere raggiunto e un'alimentazione adeguata e ragionevole durante la gravidanza.

Per fornire al bambino tutte le vitamine necessarie fin dalle prime settimane, leggi il libro I segreti della corretta alimentazione per la futura mamma >>>

  • La seconda ragione dell'appuntamento è la mancanza di vitamine A e D, confermata anche da analisi del sangue, carenza di ferro per prevenire lo sviluppo di anemia;
  • Inoltre, si nota che il farmaco allevia i sintomi della tossiemia all'inizio della gravidanza, il lavoro intestinale è normalizzato (leggi l'articolo su questo tema: tossicosi all'inizio della gravidanza >>>);
  • L'uso dell'olio di pesce nel secondo trimestre aiuta ad affrontare edema e ipertensione. Inoltre, i processi metabolici nei tessuti della placenta vengono attivati ​​e il bambino può ricevere pienamente ossigeno e altre sostanze benefiche;

Ma questo è solo un elemento ausiliario. La cosa principale è uno stile di vita sano e vivace.

Imparerai quali punti importanti hai bisogno di includere nella tua vita quotidiana per iniziare a preparare il tuo corpo per il parto, e come gestire in modo competente gli stress e le esperienze del corso online. Cinque passi per il parto di successo >>>.

  • In un secondo momento, l'uso del farmaco riduce la probabilità di insorgenza precoce del travaglio.

Controindicazioni all'uso del farmaco durante la gravidanza

L'inizio dell'uso di questo prodotto durante la gravidanza può essere prescritto solo da un medico.

È necessario astenersi dall'uso del farmaco per:

  1. Malattia da calcoli biliari;
  2. Rene cronico e malattia della vescica;
  3. Problemi alla tiroide;
  4. Tubercolosi nella fase attiva.

Il fegato di pesce da cui viene prodotto l'olio di pesce è un prodotto ambiguo. Nel tempo accumula sali di metalli pesanti. Se sei incline alle allergie, il farmaco è meglio escludere.

Caratteristiche e dosaggio del ricevimento durante la gravidanza

  • Va notato che i preparati contenenti vitamine non possono essere bevuti a lungo. Tendono ad accumularsi nel corpo e possono causare ipervitaminosi. Questo vale anche per l'olio di pesce;
  • La durata del corso non dovrebbe superare 1 mese;
  • Un sovradosaggio di vitamina A può causare una diminuzione della pressione sanguigna e persino interrompere l'assorbimento di calcio nel corpo della madre e del bambino;
  • Una dose specifica del farmaco prescritto da uno specialista. La dose massima è di 300 mg.
  • Per evitare problemi digestivi, non assumere il farmaco a stomaco vuoto;
  • L'olio di pesce deve essere conservato in frigorifero;
  • È necessario consumare solo il prodotto di produttori noti e di buona qualità, senza additivi e aromi.

Stai attento a te stesso e al tuo bambino.

In caso di dubbio, è meglio leggere di nuovo le istruzioni e consultare il medico.

La mia opinione sull'olio di pesce è tale che vale la pena di bere per le donne che non sono in grado di provvedere alla giusta e varia dieta. Costretto a risparmiare frutta, verdura e carne (tra l'altro, sull'uso di questo prodotto, c'è un articolo sul sito: Carne durante la gravidanza >>>).

Tutti i benefici dell'assunzione di olio di pesce possono essere ottenuti mangiando bene e conducendo uno stile di vita sano.

È possibile avere olio di pesce nella gravidanza precoce e tardiva, come berla correttamente, ci sono controindicazioni?

L'olio di pesce provoca associazioni polari nello spazio post-sovietico: a partire dagli anni '30 del XIX secolo, gli scienziati sostanziavano la necessità vitale del suo consumo di massa nell'URSS, negli anni '70 con la stessa categorica rimozione dalla produzione. L'attuale versione del supplemento dietetico, contenente Omega-3, vitamine A, D ed E, differisce da quella precedente per la sua tecnologia di produzione e composizione. La medicina moderna ha compiuto progressi significativi nella ricerca sui processi metabolici, che ci consente di differenziare la necessità di additivi alimentari bioattivi (BAA) e di prescrivere il loro dosaggio ottimale.

La composizione e i benefici dell'olio di pesce

Il principale componente naturale del farmaco sono i grassi polinsaturi, che non sono prodotti nel corpo umano da soli, entrano in esso con alimenti vegetali (noci, semi, legumi), pesce e in piccole quantità di piatti a base di carne. Gli Omega-acidi contenuti nell'olio di pesce sono coinvolti nel processo di rinnovamento dei tessuti e nella produzione di ormoni. Con carenza cronica di queste sostanze nella dieta, depressione, debolezza muscolare, dolore alle articolazioni, ridotta immunità e il rischio di malattie cardiovascolari, endocrine e nervose si verificano.

Nell'olio di pesce ci sono le vitamine liposolubili A e D, che hanno funzioni antiossidanti, proteggono le cellule agendo sull'epitelio, sul muscolo e sul tessuto osseo. La funzione principale di un altro componente - la vitamina E (tocoferolo) è quella di prevenire l'ossidazione degli acidi grassi polinsaturi.

Cause di carenza di sostanze contenute nell'olio di pesce:

  1. mancanza di ammissione: dieta squilibrata e mancanza di esposizione al sole;
  2. violazione del processo di assorbimento: a causa di patologie del tratto gastrointestinale e del sistema endocrino, processi infiammatori e stressanti nel corpo.

Il rafforzamento delle cellule nervose e la stimolazione dell'attività cerebrale aiutano a preservare l'equilibrio psico-emotivo e contribuiscono alla produzione di ormoni sufficiente per il concepimento e la conservazione della gravidanza.

Gli Omega-acidi e le vitamine stimolano la protezione antibatterica del corpo, aiutano a far fronte alle infiammazioni, influenzano la sicurezza dei tessuti e dell'afflusso di sangue alla placenta, alleviano la tossicosi e aiutano a superare la minaccia di parto prematuro. L'olio di pesce durante la gravidanza ha un effetto benefico sul feto: la vitamina D fornisce lo sviluppo intrauterino dello scheletro e la prevenzione del rachitismo nel neonato, la vitamina A è coinvolta nella formazione delle cellule nervose e degli organi visivi, l'Omega-3 migliora la funzione cerebrale.

Le donne in gravidanza possono bere in momenti diversi e in fase di progettazione?

Durante il periodo di preparazione alla maternità e alla gravidanza, qualsiasi intervento nei processi metabolici dovrebbe basarsi su indicazioni mediche. Il compito di sostenere il sistema immunitario o di indirizzare il metabolismo è risolto in modo completo, tenendo conto della storia generale: informazioni sulle condizioni di vita, patologie croniche ed ereditarietà, nonché una storia di malattie passate, operazioni e lesioni.

Oltre ai test di laboratorio generali, prima della nomina di olio di pesce è necessario eseguire esami del sangue specializzati:

  • analisi complessa per acidi grassi insaturi - indice omega-3;
  • Test della 25-idrossivitamina D;
  • analisi della vitamina A (retinolo).

I risultati degli studi di laboratorio aiuteranno a determinare la carenza di sostanze e ad adattare la dose quando prescrive il farmaco. Le principali funzioni dell'olio di pesce nella fase di pianificazione e durante la gravidanza:

  • benessere - sostiene le funzioni vitali, svolge la prevenzione delle malattie e l'adattamento del corpo allo stato di gravidanza;
  • protettivo - aiuta a ripristinare i processi metabolici dopo il trattamento medico, prepara per l'uso a lungo termine di antibiotici e altre droghe sintetiche, attenua i loro effetti nocivi durante la somministrazione.

Forme di rilascio di olio di pesce e loro differenze

L'ingrediente principale del farmaco ha un'origine naturale, quindi l'esatto contenuto di omega-grassi e altri nutrienti dipende dalla qualità delle materie prime, dalla tecnologia di estrazione, dalle condizioni di conservazione. Alcuni tipi di olio di pesce sono arricchiti con vitamine sintetiche durante la produzione.

Il farmaco è disponibile in forma liquida e in capsule. Marcatura "per le donne incinte" di solito si trova su una forma di dosaggio della capsula, che è l'opzione migliore per escludere il riflesso del vomito dopo l'ingestione. La guaina di gelatina protegge il farmaco dall'acidificazione, limitando l'esposizione alla luce e all'aria. Il dosaggio accurato è un altro vantaggio delle capsule. La forma liquida può contenere aromi per assorbire odori e sapori sgradevoli, che non devono essere combinati con la gravidanza per evitare una reazione allergica.

Va notato che la forma della capsula non è un parametro di qualità incondizionato del farmaco. Si dovrebbe dare la preferenza ai produttori rispettabili che indicano nel passaporto del prodotto la composizione esatta, le indicazioni per l'uso, l'elenco delle reazioni avverse.

Spesso le istruzioni contengono solo formulazioni generali su quale tecnologia del cappuccio è stata utilizzata e quali pesci oceanici sono stati utilizzati come materia prima per la preparazione, anche i prodotti costosi di marchi noti sono certificati come prodotti alimentari e non medicinali. Per poter navigare correttamente nel mercato, è necessario consultare un medico che ha prescritto il farmaco. Informazioni dettagliate sul supplemento si possono trovare nelle directory speciali e nelle relazioni dei laboratori indipendenti, ma è più facile per uno specialista capirle.

Regole per l'assunzione del farmaco durante la gravidanza

L'olio di pesce è utile per la funzione riproduttiva di uomini e donne. Accettare il corso 2-3 mesi prima che la concezione pianificata aumenti le possibilità di successo.

L'olio di pesce nelle prime fasi della gravidanza viene assegnato meno frequentemente rispetto al periodo di crescita fisiologica più attiva del feto. Il farmaco può essere prescritto nei casi in cui vi sia una storia di aborto mancato e aborto spontaneo o dopo aver identificato:

  • ipertonio dell'utero;
  • carenza di vitamina A e D;
  • anemia da carenza di ferro.

Per un periodo di 20-25 settimane alla lista di indicazioni sono aggiunti:

  • ritardo di crescita intrauterino proiettato;
  • piccole dimensioni delle ossa tubolari del frutto;
  • invecchiamento precoce della placenta, in cui la nutrizione del feto è disturbata;
  • il rischio di preeclampsia - alta pressione sanguigna ed edema nella madre.

Per l'effetto curativo complessivo del farmaco, tenere conto delle caratteristiche stagionali della dieta e del clima. Il tempo di ricezione ottimale va da settembre a maggio. Il corso standard dura per 1 mese, la somministrazione prolungata non è consigliabile a causa del fatto che le sostanze nutritive dell'olio di pesce hanno la capacità di accumularsi, un effetto di supporto viene mantenuto dopo il completamento della somministrazione.

La dose giornaliera standard raccomandata per le donne in gravidanza è 300-350 mg del principio attivo - Omega-acidi. A seconda della concentrazione del principio attivo nel preparato, la dose giornaliera è contenuta in 1 o 2 capsule. La molteplicità e la durata dell'accoglienza sono specificate dal medico, che può prescrivere un'assunzione aggiuntiva di vitamina E per migliorare l'assorbimento. Puoi bere olio di pesce durante o subito dopo un pasto. Va conservato in frigorifero, evitando l'esposizione a temperature negative.

Controindicazioni e precauzioni

La probabilità del contenuto di metalli pesanti nell'olio di pesce è aumentata a causa della loro concentrazione nel tessuto adiposo e nel fegato del pesce, quindi è importante osservare il dosaggio e evitare di assumere dosi eccessive. Altrimenti, c'è un eccesso di vitamine (ipervitaminosi), che può portare ad anomalie congenite del bambino, gravi disturbi dei reni e altre condizioni pericolose per la salute delle donne in gravidanza.

Le indicazioni mediche per l'uso dell'olio di pesce dovrebbero essere supportate dai risultati degli esami del sangue. Senza dati di laboratorio, la crescita del dosaggio accurato è impossibile.

Possibili reazioni avverse nelle donne in gravidanza

Di regola, l'olio di pesce non causa reazioni avverse. Se i seguenti sintomi si verificano nelle donne in gravidanza, è necessario interrompere immediatamente il farmaco:

  • nausea, perdita di appetito;
  • diarrea, stitichezza;
  • mal di testa;
  • ipertensione;
  • infiammazione della mucosa del naso e della gola;
  • letargia, stanchezza.

Il farmaco aiuta a fluidificare il sangue e può aumentare il rischio di sanguinamento, specialmente all'inizio della gravidanza e nel periodo prenatale. Lo strumento riduce leggermente la pressione sanguigna.

Olio di pesce durante la gravidanza? Può o ha bisogno?

Le nostre madri e nonne ricordano ancora che prima di tutti i bambini, per prevenire il verificarsi di rachitismo, prescrivevano una terribile sporcizia chiamata olio di pesce. Sì, e probabilmente almeno una volta nella sua vita lo ha preso e ricorda questo odore terribile.

Posso prendere olio di pesce durante la gravidanza? Fa bene a mamma e bambino non nato? Facciamo tutto in ordine.

Oggigiorno, l'olio di pesce è usato come fonte di acidi Omega-3 essenziali. Tuttavia, ora è rilasciato in capsule, il che rende la sua ricezione non è affatto brutto!

Olio di pesce durante la gravidanza

In realtà, nel tempo, nulla è cambiato, l'olio di pesce ha ancora un cattivo odore. È prodotto con olio di fegato di merluzzo e il suo valore più importante, oltre alle vitamine, sono gli acidi grassi polinsaturi Omega 3.

Inoltre, l'olio di pesce è ricco di iodio, ferro e calcio, che sono semplicemente necessari per la crescita del nascituro, la formazione e lo sviluppo del suo sistema ematopoietico e del sistema muscoloscheletrico.

Benefici per mamma e bambino

L'olio di pesce in generale è un prodotto molto utile. Gli acidi Omega 3 nella sua composizione influenzano l'intero corpo nel suo insieme:

  • migliorare il lavoro del sistema cardiovascolare (diminuisce la pressione arteriosa, il livello di colesterolo nel sangue diminuisce, il rischio di infarto e di ictus diminuisce);
  • il processo di invecchiamento della pelle rallenta, tonifica e rinfresca l'aspetto dall'interno;
  • combattere contro vari tipi di dermatiti e infiammazioni, proteggere la pelle dalle radiazioni ultraviolette;
  • effetti benefici su articolazioni e cartilagine;
  • effetto anti-infiammatorio sulle articolazioni e legamenti (aiuta con l'artrosi);
  • avere un effetto positivo sul sistema nervoso (miglioramento della memoria e delle funzioni cerebrali);
  • sostenere e stimolare il sistema immunitario e ridurre il rischio di sviluppare allergie;
  • stimolare la circolazione sanguigna e il sistema riproduttivo nel suo insieme.

Il ricevimento di olio di pesce durante la gravidanza, come nelle fasi iniziali, come nella successiva, sarà molto utile. Ciò avrà un effetto benefico sull'immunità della futura madre e sulla condizione dei suoi capelli e delle sue unghie. Inoltre previene i processi infiammatori nel corpo.

Gli acidi grassi omega-3 nella composizione dell'olio di pesce hanno un effetto benefico sull'intero sistema cardiovascolare. Inoltre, la serotonina è presente nell'olio di pesce - un ormone della gioia e della felicità. Aiuterà le future mamme a lottare con la stanchezza e lo stato depressivo, e agirà anche in modo rassicurante. Mangiare olio di pesce durante la gravidanza riduce il rischio di aborto spontaneo, che è il benvenuto.

Un impatto positivo sullo sviluppo del bambino nel grembo materno. L'olio di pesce migliora la circolazione del sangue nella placenta, che fornisce il miglior apporto di nutrienti e ossigeno, che è molto importante durante la gravidanza.

È anche importante che l'uso dell'olio di pesce durante la gravidanza riduca il rischio di allergie nel bambino dopo la nascita. Il retinolo contenuto nell'olio di pesce aiuta la corretta formazione e sviluppo degli organi visivi del bambino e ha un effetto molto positivo sullo sviluppo del cervello e del sistema nervoso. Inoltre, il suo uso riduce il rischio di trasmettere il diabete al bambino, se la madre ce l'ha.

La vitamina D nella composizione, contribuisce alla prevenzione del rachitismo - aiuta le ossa del nascituro ad essere forti e sviluppare in proporzione.

Spesso l'olio di pesce viene prescritto alle donne incinte, nella cui dieta non ci sono frutti di mare. Non a tutti piace il pesce! L'olio di pesce viene prescritto alle donne in gravidanza anche per la prevenzione del parto pretermine e quando è possibile la gestosi.

Quando iniziare a prendere?

È meglio iniziare a prendere olio di pesce prima della gravidanza, durante la pianificazione. Ciò avrà un effetto benefico sull'immunità e contribuirà al successo della concezione di un bambino.

Ma se non hai preso olio di pesce all'inizio della gravidanza o in fase di pianificazione, non è troppo tardi per iniziare a prenderlo ora.

Quale olio di pesce è meglio prendere durante la gravidanza?

Ora la sua scelta è molto ampia, molte specie e produttori. La forma più conveniente di olio di pesce per ricevere durante tutti i periodi di gravidanza è capsule.

  • Prima di tutto, è molto comodo da bere, proprio come le vitamine.
  • E in secondo luogo, l'olio di pesce in capsule è privato di un cattivo odore, e in effetti dovresti sapere come le donne incinte reagiscono a tutti i tipi di cattivi odori.

È importante! Quando si sceglie l'olio di pesce, non scegliere il più economico! Assicurati anche che sia fatto con il fegato di pesce marino! Se questo non è indicato sulla confezione, scegliere un altro produttore, poiché tale prodotto è probabilmente prodotto da scarti di pesce, piuttosto che dall'estratto dal fegato, ed è a volte peggiore in termini di qualità.

Controindicazioni per ricevere olio di pesce in stato di gravidanza

Sfortunatamente, non puoi portarlo a tutti. Controindicazioni al suo utilizzo sono:

  • Forma attiva di tubercolosi;
  • Malattie della tiroide;
  • Insufficienza renale e malattie renali;
  • Urolitiasi.

Dosaggio raccomandato

Per determinare il dosaggio desiderato, è meglio contattare il proprio ginecologo e valutare in base alle proprie condizioni e alla propria dieta. Di solito un paio di capsule bastano 2 volte al giorno.

L'accettazione dell'olio di pesce può essere anche dopo il parto e la nascita di un bambino. Ha un effetto positivo sulla produzione di latte e aiuta a far fronte alla depressione postpartum.

Qui! Come puoi vedere, l'olio di pesce durante la gravidanza è estremamente utile e il suo ricevimento avrà un effetto positivo sulla salute della futura mamma e bambino!